Profughi nell'ex caserma di Pontevico, il sindaco è contrario

Secondo il primo cittadino Roberto Bozzoni potrebbero nascere problemi di sicurezza

Foto di repertorio

La Prefettura di Brescia ha deciso di collocare una decina di profughi nell'ex caserma della Polizia a Pontevico, chiusa da un paio di mesi in virtù della spending review.

Il sindaco del paese Roberto Bozzoni è tuttavia contrario: "Una scelta che proprio non riesco a capire: è risaputo che accanto all'ex caserma della Polizia Provinciale è sorta la cosiddetta moschea e aggiungere questa nuova struttura vorrebbe dire mettere a repentaglio l'ordine pubblico e creare nuovi problemi di sicurezza".
   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Tragedia avvolta nel mistero: cadavere trovato in autostrada, lungo la corsia di sorpasso

Torna su
BresciaToday è in caricamento