Evade per vedere la partita: arrestato davanti agli amici del Brescia Club

Nei guai un 63enne di Pisogne: è stato rintracciato dai carabinieri in un club dei tifosi della Leonessa.

Non avrebbe potuto uscire di casa per nessuna ragione, ma non ha saputo resistere al richiamo della partita del Brescia calcio. Disposto a tutto, anche a finire nuovamente in manette, pur di vedere in diretta Tv il match con il Cittadella. 

Protagonista della vicenda un 63enne di Pisogne: dal 16 ottobre 2018 l'uomo era infatti sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, e doveva scontate una pena definitiva di un mese e mezzo di reclusione per reati contro il patrimonio.

Come da prassi, sabato pomeriggio i carabinieri del Radiomobile di Breno hanno bussato alla porta dell'abitazione dell'uomo, per controllare che fosse in casa. Non hanno ottenuto alcuna risposta e così hanno fatto scattare le ricerche.

Per trovarlo è bastato aprire la porta del Brescia Club del paese: l'uomo era seduto davanti alla tv, insieme agli amici stava guardando la partita, come se nulla fosse. Al termine degli accertamenti è stato nuovamente arrestato, per evasione. 

Potrebbe interessarti

  • Rimedi naturali per far passare la sbornia

  • Attenzione al ragno violino: cosa fare in caso di morso

  • Mangiare piccante fa bene o fa male? Tutti i segreti del peperoncino

  • La ciclabile dei sogni batte ogni record: in un anno visitata da 325.000 persone

I più letti della settimana

  • Scomparso nel lago da tre giorni, ritrovato sano e salvo

  • Esce di casa e scompare: trovato morto nel lago

  • Scendono dall'auto in panne, travolti e uccisi sulla Statale: morti due ragazzi

  • Sfonda il parabrezza, sbalzato sull'asfalto per diversi metri: muore a soli 26 anni

  • Orribile tragedia sulla strada: muore con la testa schiacciata dal camion

  • Tenta il suicidio buttandosi dal terzo piano, grave un ragazzo

Torna su
BresciaToday è in caricamento