Pisogne: autovelox galleria Trentapassi, 1.000 multe nel mese d'aprile

Il dispositvo, che controlla il transito verso un curvone teatro in passato di incidenti mortali, è tornato in funzione dopo mesi di stop. Il limite è di 70 km/h, una Porsche è transitata a 155

Torna in funzione l’autovelox della galleria Trentapassi (direzione Valcamonica), e già ci si chiede perché mai fosse stato spento.

Il dispositivo gestito dalla Provincia, che controlla il transito delle auto sul tratto di strada che porta a un lunga curva già teatro di numerosi incidenti, ha registrato in poche settimane picchi di velocità degni di una competizione su pista, che hanno portato a oltre 1.000 multe nel solo mese di aprile.

In quel curvone, in cui il limite è di 70 km/h, andando a leggere i vari verbali si scopre che qualcuno è riuscito ad affrontarla a 130, 135, 139 e 140 km/h. L'infrazione più eclatante è stata compiuta alle 22.33 del 23 aprile, quando una Porsche è transitata a 155 km/h di fronte all'autovelox, installato nel 2011 dopo un incidente mortale in cui vennero coinvolti un camper e una moto.

Non mancano, come sempre, le polemiche. C'è chi accusa la Provincia, in grave dissesto finanziario, di voler far cassa. Polemica pretestuosa: visto che ogni dispositivo fisso per il controllo della velocità è per legge ampiamente segnalato, la soluzione è presto trovata: basta rispettare i limiti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Cadavere ritrovato nel lago d'Iseo: forse è la giornalista Rosanna Sapori

  • Le lacrime per mamma Laura, stroncata da un tumore a soli 38 anni

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

  • Stroncata dalla malattia in poco tempo, mamma Michela muore a 43 anni

  • Nel Bresciano il primo Porsche Experience Center d'Italia (da 26 milioni)

Torna su
BresciaToday è in caricamento