Agonizzante, in una pozza di sangue: "Il gatto è stato scuoiato vivo"

La conferma arriva dall'autopsia dell'istituto zooprofilattico: il gatto Ghisby, trovato agonizzante in un giardino di Beata di Pian Camuno, è stato scuoiato vivo e non investito da un'auto

Ghisby

Non ci sono dubbi: il gatto di Pian Camuno è stato scuoiato vivo. Lo ha confermato in via definitiva anche l'autopsia, effettuata all'istituto zooprofilattico di Brescia: non ci sono lesioni compatibili con un presunto investimento automobilistico. Il piccolo Ghisby è stato martoriato volutamente, trafitto e poi costretto a morire con una lama.

Era stato ritrovato agonizzante dalla sua padrona, Giovanna Donina, tra l'altro convinta animalista, presidente dell'associazione Il Rifugio di Domi e volontaria per l'Enpa, l'Ente Nazionale Protezione Animali. L'aveva trovato in una pozza di sangue, con gli organi interni bene in vista, moribondo in una di quelle che erano le sue aiuole preferite.

La corsa disperata dal veterinario, il trasferimento in clinica: niente da fare, Ghisby non ce l'ha fatta. Per alleviare le sue sofferenze gli è stata somministrata una inieizione letale. Per qualche giorno si pensava (o forse si sperava) potesse essere stato investito da un auto.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

Torna su
BresciaToday è in caricamento