Agonizzante, in una pozza di sangue: "Il gatto è stato scuoiato vivo"

La conferma arriva dall'autopsia dell'istituto zooprofilattico: il gatto Ghisby, trovato agonizzante in un giardino di Beata di Pian Camuno, è stato scuoiato vivo e non investito da un'auto

Ghisby

Non ci sono dubbi: il gatto di Pian Camuno è stato scuoiato vivo. Lo ha confermato in via definitiva anche l'autopsia, effettuata all'istituto zooprofilattico di Brescia: non ci sono lesioni compatibili con un presunto investimento automobilistico. Il piccolo Ghisby è stato martoriato volutamente, trafitto e poi costretto a morire con una lama.

Era stato ritrovato agonizzante dalla sua padrona, Giovanna Donina, tra l'altro convinta animalista, presidente dell'associazione Il Rifugio di Domi e volontaria per l'Enpa, l'Ente Nazionale Protezione Animali. L'aveva trovato in una pozza di sangue, con gli organi interni bene in vista, moribondo in una di quelle che erano le sue aiuole preferite.

La corsa disperata dal veterinario, il trasferimento in clinica: niente da fare, Ghisby non ce l'ha fatta. Per alleviare le sue sofferenze gli è stata somministrata una inieizione letale. Per qualche giorno si pensava (o forse si sperava) potesse essere stato investito da un auto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Giovane padre ucciso dalla malattia: "Te ne sei andato troppo presto, proteggici da lassù"

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

Torna su
BresciaToday è in caricamento