Via la pensione e i preziosi: anziana vittima della truffa del mercurio

Spacciandosi per impiegati comunali, due truffatori si sono introdotti in casa di un'anziana

Via l'ultima pensione e diversi oggetti d'oro, anelli e bracciali: un'anziana di 73 anni ha pagato a caro prezzo la fiducia mal riposta in due finti dipendenti comunali. L'ultimo, ennesimo, episodio di "ladri di sogni" arriva dalla Bassa, in particolare da Pavone del Mella. 

Spacciandosi per dipendenti comunali, uno da impiegato dell'Ufficio tecnico ed uno addirittura da agente di Polizia locale, due uomini hanno bussato alla porta dell'anziana. Mettendo in allerta la donna, i due hanno detto che stavano controllando le tubature dell'acqua per verificare l'eventuale presenza di mercurio.

Una volta introdotti, i due hanno chiesto all'anziana di mettere al sicuro gli oggetti d'oro in una busta, posizionandola nel frigorifero affinché non si danneggiasse durante l'erogazione dell'acqua "contaminata". La donna ha diligentemente messo in atto le prescrizioni, prelevando oro e contante dalla credenza dove erano nascosti. Una volta distratta la 73enne, i due si sono poi impossessati dei contanti e dei gioielli hanno rassicurato l'anziana dicendo che era tutto a posto, hanno salutato e fatto perdere le loro tracce. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Giovane padre ucciso dalla malattia: "Te ne sei andato troppo presto, proteggici da lassù"

Torna su
BresciaToday è in caricamento