Imprenditore faccia a faccia con i ladri, notte di paura in azienda

Tre banditi in azione in un capannone di Pavone Mella: il titolare li ha sorpresi mentre cercavano di arraffare un carico di bici da corsa e uno di loro è finito in manette

Lunedì notte si è trovato faccia a faccia con i ladri mentre, proprio per timore dei furti, stava controllando la sua azienda di autotrasporti a Pavone Mella.

Colpo sventato, per fortuna. I ladri, dopo aver forzato la serratura di una finestra del capannone, stavano cercando di impossessarsi di una bici da corsa, ma sono stati sorpresi in flagranza. Scoperti dal titolare della ditta, un 48enne del posto, hanno cercato di scappare.

Ma l'imprenditore li ha inseguiti e ha anche provato a fermarli, in attesa dell'arrivo dei carabinieri di Verolanuova che nel frattempo aveva allertato. 

I militari sono giunti proprio mentre l'imprenditore era in balia dei malviventi: per liberarsi una via di fuga avevano ingaggiato una colluttazione con il 48enne, colpendolo alla testa. Due sono riusciti a scappare dileguandosi nelle campagne cicostanti, mentre uno di loro è stato bloccato.

Si tratta di un 19enne di origine senegalese ma di casa a Ghedi: è stato arrestato - la misura è stata poi convalidata dal giudice - per rapina impropria e lesioni. Un complice, un 19enne marocchino residente a Ghedi, si è presentato poche ore fa in caserma e si è costituito.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Tragedia avvolta nel mistero: cadavere trovato in autostrada, lungo la corsia di sorpasso

  • Un paese fantasma: chiude l'ultimo negozio, a rischio anche l'unico bar

  • Dramma in una cascina: trovato morto uomo di 56 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento