Sequestrato autovelox illegale: "Truffa ai danni dei cittadini"

Succede a Paratico. La procura indaga sui possibili reati commessi dal Comune

Mercoledì mattina, la Procura della Repubblica ha sequestrato l'autovelox posizionato sulla Strada Provinciale 469 che collega Capriolo a Paratico.

Secondo una delibera del Comune bagnato dal Sebino, l'apparecchio avrebbe dovuto segnalare tutte le infrazioni al di sopra dei 50 km/h. Ma, secondo quanto constatato dalla Polizia di Stato, essendo quel tratto di competenza provinciale il limite doveva essere di 90 km/h.

Gli agenti hanno provveduto a sequestrarlo, assieme a quattro cartelli stradali e a materiale documentale riguardante la sua installazione. Dalla Procura fanno sapere che saranno svolte indagini, per verificare che non siano stati commessi reati quali abuso d'ufficio o truffa ai danni dei cittadini multati.

Quest'ultimi, circa un centinaio, potranno sporgere denuncia contro il Comune, ma - probabilmente - le contravvenzioni saranno annullate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "L'ha massacrata a mani nude, poi è andato al bar": il killer è appena diventato papà

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Nipote 43enne muore dieci giorni dopo la zia: lavoravano nello stesso negozio

  • La tragica fine di Francesca: picchiata e strangolata al parco pubblico

  • Strangolata al parco: fermato ragazzo di 29 anni, è accusato di omicidio

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

Torna su
BresciaToday è in caricamento