menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Cacciatore spara e ferisce una bambina nel Cremonese

Il padre: "Quando ho chiesto spiegazioni al cacciatore, lui mi ha risposto che non aveva fatto nulla di sbagliato"

Una raffica di pallini esplosi da un fucile da caccia hanno bucato la zanzariera della porta finestra di una casa di Pandino (Cremona), ferendo alla gamba una bambina che, per fortuna, ha riportato solo ferite lievi.

A raccontare l’accaduto è il padre, artigiano che vive in una delle ville che guardano verso la campagna, nella zona ovest del paese, poco distante dalla provinciale Bergamina.

"Erano le 9.15, avevamo le finestre aperte e ci trovavamo tutti in casa — ricorda —. I miei figli erano al piano rialzato. Abbiamo sentito lo sparo vicinissimo a casa e poi degli urli. Mi sono precipitato di sopra. I pallini del fucile da caccia hanno bucato in più punti la zanzariera e colpito mia figlia alla gamba".

Per fortuna non hanno raggiunto anche il fratello che era seduto poco distante, "o non sono finiti in un occhio della bambina — prosegue il padre —. Dopo averle prestato i primi soccorsi ho guardato fuori e ho visto il cacciatore nel campo sotto casa. Sono sceso e l’ho affrontato. Gli ho detto cos’era successo chiedendogli se fosse impazzito a sparare così vicino e in direzione dell’abitazione. Lui mi ha risposto che non aveva fatto nulla di sbagliato. Avrà avuto sui 60-65 anni, con un cane al fianco. Ho lasciato perdere, aveva il fucile... e poi pensavo a mia figlia. L’abbiamo portata al pronto soccorso all’ospedale di Crema. I medici le hanno fatto una lastra e stabilito che i pallini non erano penetrati nella gamba. La prognosi è stata di cinque giorni". Rientrato a casa, l’artigiano è andato dai carabinieri per sporgere denuncia.

Potrebbe interessarti

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Pilar Cabrera
    Pilar Cabrera

    El maltrato animal indicador de mente criminal-FBI  ​Los Humanos una plaga arrasando el Planeta

Più letti della settimana

  • Cronaca

    Shock a Brescia: donna violentata in strada

  • Cronaca

    Si chiude in auto e si toglie la vita: muore giovane padre

  • Cronaca

    La fidanzata muore per malattia: ragazzo si suicida buttandosi nel vuoto

  • Cronaca

    Tragedia improvvisa: muore a 34 anni stroncato da un malore 

Torna su