13enne ruba 9mila euro in casa propria, poi subisce la rapina da due amici

Sapendo dove veniva nascosta la chiave, ha prelevato 9mila euro dalla cassaforte, salvo poi finire vittima di altri giovanissimi delinquenti

Immagine di repertorio

Da criminale a vittima, il passo è stato breve: due coppie di giovani sono finite nei guai per un doppio crimine, prima un furto e poi una rapina. Protagonisti sono quattro ragazzi, tre dei quali minorenni, residenti a Paitone, Vestone e Prevalle. La vicenda è stata portata alla luce dai carabinieri della stazione di Nuvolento, ed è riportata sulle colonne del quotidiano Bresciaoggi in edicola stamane. 

I fatti. Durante l'estate un 13enne, dopo aver scoperto dove i genitori nascondevano le chiavi della cassaforte - in un vaso di fiori - coadiuvato da un amico di 15 anni ha pensato bene di prelevare la bellezza di 9mila euro. Per dissimulare il tutto, i due hanno messo a soqquadro l'abitazione, e l'idea ha avuto effettivamente successo. Con le tasche piene di denaro, i due hanno iniziato ad acquistare vestiti firmati, cellulari e droga, finendo spesso col mostrare le banconote agli amici. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Proprio due di questi "amici", un 18enne di Prevalle e un 17enne di Vestone, attirati dal denaro sonante dei due ragazzini, hanno escogitato l'agguato a scopo di rapina, avvenuto in località Rudone tra Nuvolento e Paitone. Tutta la storia è stata abilmente ricostruita dai carabinieri, che hanno fatto luce sui reati e sui giovani protagonisti. Quattro le denunce, per furto, rapina, violenza privata e simulazione di reato, delle quali tre a carico di minorenni.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo focolaio bresciano: positivi 15 ragazzi, sono tutti in isolamento

  • Tetti distrutti, auto schiacciate dagli alberi: i 20 minuti d'inferno della tempesta

  • Cadavere in montagna: risolto il 'mistero' dell'escursionista trovato morto

  • Padre di famiglia cerca una prostituta ma si trova a letto con un trans, rissa nel residence

  • Un bimbo si sente male, al grest di paese un sospetto caso di coronavirus

  • Ubriaco al volante dell'auto, scappa dalla polizia ma finisce la benzina

Torna su
BresciaToday è in caricamento