Chiosco sulla spiaggia: il Comune cerca un nuovo gestore

Chiuso da un anno, il locale è in attesa di un nuovo gestore. Progetto ambizioso, il nuovo gestore avrà 20 anni di tempo per rientrare dell'investimento.

Fonte: web

Una posizione invidiabile e un passato glorioso legato alla cucina del pesce di lago: dopo un anno di chiusura, per il chiosco Salfor si affaccia la concreta possibilità di un rilancio, in grande stile. Il Comune di Padenghe infatti ha deciso di aprire un bando pubblico per cercare un nuovo gestore, ne dà notizia il quotidiano Bresciaoggi. 

Il progetto. Il piccolo locale - 70 metri quadrati, più una terrazza da 40 e un portico di 16 - che si affaccia direttamente sul lungolago (via San Cassiano) dovrà essere completamente ristrutturato. Poche le prescrizioni, ma c'è il divieto assoluto di farlo diventare una discoteca, e il divieto di installare slot machine. Ammesso il posizionamento di un chiosco vero e proprio in spiaggia, purché di dimensioni contenute entro i 60 metri quadrati. 

I costi. Il Comune prevede un canone d'affitto crescente: 15 mila euro l'anno per i primi 5 anni, 22 mila euro per i successivi 5, poi 34 mila e infine, per l'ultimo lustro, 42mila euro l'anno. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata al 9 aprile, due giorni dopo ci sarà l'apertura delle buste. Impossibile che il ristorante apra in tempo per l'estate 2019, ma presto i nostalgici potranno tornare a ripopolare il chiosco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • Tragico infortunio sul lavoro: morto giovane operaio

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • Coronavirus, Lombardia 'blindata": scuole chiuse, bar e locali off limits dalle 18

Torna su
BresciaToday è in caricamento