Orzivecchi: sei furti in una notte, i cittadini pensano alle ronde

Solo nella notte tra martedì e mercoledì sei tentativi di furto nelle casette di Via dei Fiori: residenti esasperati già pensano alle ronde notturne di privati cittadini

Un’ondata “eccezionale” di criminalità ‘calata’ su Orzivecchi, da tempo meta ambita di ladri e rapinatori, in azione perlopiù nel corso delle ore notturne. Un’incontrollata escalation di furti nelle case, che sembra aver ‘colpito’ in particolare le zone più esterne al centro storico, le case popolari e le villette a schiere ad un piano.

Da Via Colombara a Via Zurlengo, fino ad arrivare a Via dei Fiori, teatro involontario di una vera ‘raffica’ di furti in notturna, nella notte tra martedì e mercoledì. Addirittura sei i tentativi di furto, alcuni riusciti e altri no, ad opera probabilmente di due diversi gruppi ma appartenenti alla stessa banda.

Tra le dinamiche 'costanti' infatti l’utilizzo di un trapano elettrico per ‘far saltare’ la piccola serratura spesso degli ingressi secondari: ladri in azione nel cuore della notte, e tra una casa e l’altra sono comunque riusciti a racimolare un discreto bottino, fatto di collane e gioielli, orologi e contanti, tutto quanto insomma sia possibile ‘arraffare’.

La paura corre veloce tra i residenti, e non sembrano bastare le parole del primo cittadino che, chiamato in causa, ha assicurato di “aumentare la sicurezza” in tempi brevi, per contrastare “un fenomeno eccezionale” e che proprio per questo ha bisogno di “misure adeguate focalizzate nelle ore notturne”.

Paura che spesso si fa rabbia perché, raccontano in molti tra i ‘colpiti’, i ladri spesso sono entrati "senza farsi problemi", quando in casa c’erano tutti, compresi bambini e anziani. Da qui l’ipotesi, al momento ancora virtuale, di organizzare ronde ‘autonome’, composte da cittadini e residenti.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

Torna su
BresciaToday è in caricamento