Folle fuga: l'auto si schianta contro un muro, a bordo anche la figlia neonata

L'uomo, un pusher 40enne, è stato arrestato dopo diversi mesi di latitanza. Dopo lo schianto aveva lasciato la figlioletta e la moglie, ferite, a bordo della macchina

Una fuga pericolosissima, a tutta velocità e pure in contromano. Oltre a mettere a rischio gli altri automobilisti, ha fatto correre un grosso pericolo alla figlia, di poche settimane di vita, e alla moglie che erano a bordo dell'auto. Tutto per non incappare in un controllo e in un possibile arresto da parte dei carabinieri: in auto, oltre alla sua famiglia, c'era parecchia droga (cocaina e marijuana).

Un inseguimento scattato a Orzinuovi (lungo la ex statale 325) e culminato in un pauroso incidente: l'auto, una Ford Fiesta, ha finito per schiantarsi contro il muro di una palazzina di Calcio, nella Bergamasca. A quel punto l'uomo, un 40enne marocchino, ha abbandonato la moglie e la figlioletta ferite e si è dileguato nei campi. Per fortuna le due donne se la sono cavata con ferite lievi. 

La vicenda risale al gennaio dello scorso anno, ma le manette per il 40enne sono scattate solo nei giorni scorsi: il 40enne latitante è stato bloccato dai carabinieri di Verolanuova e Orzinuovi in una lavanderia di Calcio, mentre sorseggiava un caffé acquistato nel bar di fianco.  Per lui si sono aperte le porte del carcere.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Che razza di merda non hanno rispetto neanche della propria famiglia ....... e noi li accogliamo a braccia aperte .............. Dai avanti dite non sono tutti uguali ci sono anche quelli buoni siamo in un mondo multirazziale nessuno tocchi Caino ecc ecc ecc poveri illusi questo è quello che vi meritate

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Ucciso dalla malattia: morte sospetta, ma è escluso il morbo della "mucca pazza"

  • Cronaca

    Si trasferiscono per lavoro, gli occupano la casa e ci fanno dentro una stalla

  • Cronaca

    Improvviso malore, morto l'imprenditore Vigo Nulli

  • Cronaca

    Rapina in casa da incubo: imprenditore minacciato con taser e martello

I più letti della settimana

  • "Hai fatto sesso con la mia fidanzata": pistola in pugno, rapisce un operaio e lo porta nei boschi

  • Cadavere carbonizzato: ad uccidere Stefania è stata la rivale in amore

  • Timbra il cartellino, ma intanto se la spassa al ristorante: licenziata in tronco

  • "Ti amo" e una rosa rossa: così ha attirato Stefania nella trappola mortale

  • Operaio rapito fuori dal lavoro e portato nei boschi: ricerche a tappeto

  • Tangenziale Sud: in tre settimane più di ottomila multe con il nuovo "tutor"

Torna su
BresciaToday è in caricamento