Folle fuga: l'auto si schianta contro un muro, a bordo anche la figlia neonata

L'uomo, un pusher 40enne, è stato arrestato dopo diversi mesi di latitanza. Dopo lo schianto aveva lasciato la figlioletta e la moglie, ferite, a bordo della macchina

Una fuga pericolosissima, a tutta velocità e pure in contromano. Oltre a mettere a rischio gli altri automobilisti, ha fatto correre un grosso pericolo alla figlia, di poche settimane di vita, e alla moglie che erano a bordo dell'auto. Tutto per non incappare in un controllo e in un possibile arresto da parte dei carabinieri: in auto, oltre alla sua famiglia, c'era parecchia droga (cocaina e marijuana).

Un inseguimento scattato a Orzinuovi (lungo la ex statale 325) e culminato in un pauroso incidente: l'auto, una Ford Fiesta, ha finito per schiantarsi contro il muro di una palazzina di Calcio, nella Bergamasca. A quel punto l'uomo, un 40enne marocchino, ha abbandonato la moglie e la figlioletta ferite e si è dileguato nei campi. Per fortuna le due donne se la sono cavata con ferite lievi. 

La vicenda risale al gennaio dello scorso anno, ma le manette per il 40enne sono scattate solo nei giorni scorsi: il 40enne latitante è stato bloccato dai carabinieri di Verolanuova e Orzinuovi in una lavanderia di Calcio, mentre sorseggiava un caffé acquistato nel bar di fianco.  Per lui si sono aperte le porte del carcere.

Potrebbe interessarti

  • Per tutta estate il paese illumina strade e palazzi: sul lago il borgo più romantico d'Italia

  • Comune di Brescia: sedi CAAF Cgil

  • Le 5 migliori spiagge del lago di Garda

  • CAAF Cisl di Brescia: indirizzo, telefono, orari

I più letti della settimana

  • A tutta velocità, fermato dalla Polizia: a bordo c’è un bimbo che sta male

  • Si sporge dal finestrino, ragazzo cade dal furgone in corsa e muore sul colpo

  • In arrivo un'ondata di caldo record: quando è previsto il picco

  • Addio al celibato degenera nell’alcol: pene gigante contro i passanti

  • Tenta il suicidio nel ristorante dove lavora, gravissimo giovane cameriere

  • Tragica morte di ‘Ale’, la svolta: operaio indagato per omicidio colposo

Torna su
BresciaToday è in caricamento