“Compriamo le caramelle”, usa un bimbo di 7 anni per spacciare cocaina

All'appuntamento con una cliente, per non dare nell'occhio, aveva portato con sé il bimbo di alcuni conoscenti. Ai genitori del piccolo aveva raccontato che l'avrebbe portato a comprare le caramelle

Non si è fatto scrupoli nell'usare un bimbo di soli 7 anni per coprire i suoi loschi affari. Disposto a tutto, anche a fingere di prendersi cura del figlio di alcuni conoscenti, portandolo a fare un giro in auto per comprare delle caramelle, pur di piazzare la droga. In realtà la presenza del piccolo serviva solo a evitare di finire nel mirino delle forze dell'ordine.

Protagonista della vicenda un 52enne marocchino, residente a Ludriano di Roccafranca, finito in manette per spaccio di hashish e cocaina. A portare i militari della stazione di Orzinuovi sulle tracce dell'uomo è stata proprio una sua cliente: una donna, già segnalata quale assuntrice di sostanze stupefacenti, che si aggirava nervosamente per le vie del centro storico del comune della Bassa a bordo della propria bicicletta.

Durante il pedinamento della donna i carabinieri hanno notato una station wagon di colore grigio, guidata dal marocchino 52enne, con a bordo un bambino sul sedile posteriore. Dopo aver avvicinato l'auto, la cliente ha intrapreso una conversazione con il pusher, senza dimenticarsi di rivolgere sorrisi e gesti affettuosi al bimbo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Giovane padre ucciso dalla malattia: "Te ne sei andato troppo presto, proteggici da lassù"

  • Si sente male all'Università, poi la situazione precipita: ragazza muore di meningite

Torna su
BresciaToday è in caricamento