Tutti tranquilli in aereo, ma in mezzo a loro siede un pericoloso assassino

Fermato allo scalo di Orio al Serio per un normale controllo è emerso che su di lui pendeva una condanna a 20 anni per omicidio premeditato

Foto d'archivio

Condannato, a ben 20 anni di reclusione, per omicidio premeditato e per questo ricercato dall'Interpol in tutta l'Europa, non aveva rinunciato a viaggiare (non si sa se per piacere o per 'affari'). Pensava di farla franca, per l'ennesima volta, ma ha fatto male i suoi calcoli: è finito in manette ancor prima di poter riabbracciare la moglie, albanese naturalizzata italiana, che lo aspettava all'areoporto di Orio al Serio.

Bloccato al rientro da Istanbul per un controllo di routine, come spesso accade a chi torna da un viaggio in Turchia, alla polizia di frontiera ha fornito un documento che lo identificava come A. H., cittadino kosovaro di 38 anni.

I successivi approfondimenti hanno permesso agli agenti di verificare come a quel nome fossero legate più identità, così è scattata l'analisi delle impronte digitali del passeggero. La banca dati ha fornito il reale nome,  K.D., la vera età e nazionalità dell'uomo (un 37enne albanese) e pure il suo curriculum criminale .

Sul 37enne pendeva infatti un ordine di cattura per i reati di sequestro di persona a scopo di estorsione, e una condanna - a vent’anni di carcere - per omicidio premeditato e porto illegale di armi.
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (9)

  • Avatar anonimo di Riccardo
    Riccardo

    Per me ha ragione. Fuori dai coglioni,come dice sono un problema aggiunto

  • Troppa gentaglia inutile qua dobbiamo ripulire la nostra Patria !!!

  • Mi chiedo solo cosa diavolo ci facesse in giro un pluriomicida condannato a 20 anni.

    • Avatar anonimo di Fragranza
      Fragranza

      Bravo Carlo, è la domanda che si pone la gente coscienziosa... chi non ha il rispetto per la legalità vede solo odio e razzismo.

  • assolutamente ragione Fraganza

  • Avatar anonimo di Fragranza
    Fragranza

    Questo è l'ennesimo esempio che di questa gente, in Italia, ne possiamo fare a meno. Anzi, direi, ne DOBBIAMO FARE A MENO. Sia chiaro a tutti quelli che non vedono differenza tra delinquente italiano e delinquente straniero: il delinquente italiano è un problema "interno", il delinquente straniero (che ultimammente sono davvero troppi...) è un gravissimo problema che ci viene dall'esterno, pertanto un PROBLEMA DI TROPPO, un problema in più che l'Italia DEVE farne a meno, un problema che non ci appartiene. Ogni paese deve risolvere i propri problemi, l'Italia NON DEVE aggravarsi di problemi che non gli appartangono. Questa gente VA ASSOLUTAMENTE allontanata dall'Italia.

    • Fragranza ha pienamente ragione!

    • hai detto anche la tua stupidaggine per oggi adeso pensa cosa scriverai domani.

      • Avatar anonimo di Voltaire
        Voltaire

        Effettivamente però ha ragione. Non abbiamo bisogno di LORO. Abbiamo solo bisogno di NOI, con la nostra arroganza, il nostro rancore, il nostro pellet, la nostra ignoranza e quindi  la nostra falsa saggezza... ma soprattutto abbiamo bisogno di noi, della nostra evasione fiscale,  dei furbetti, degli slogan,  di indicare il nemico, di urlare più forte senza capire quello che si dice. Di questo siiiii ne abbiamo bisogno!

Notizie di oggi

  • Attualità

    Nuova vita per il parco Gavia: addio al Pcb, a maggio la riapertura

  • Attualità

    Tentata strage di bambini: a Brescia abusi sessuali su una ragazzina

  • Cronaca

    "Ha ucciso l'ex moglie per gelosia", ma del cadavere ancora nessuna traccia

  • WeekEnd

    Cosa fare a Brescia dal 22 al 24 marzo: i migliori eventi del weekend

I più letti della settimana

  • Tragedia in casa: ragazza non risponde ai familiari, i pompieri la trovano morta

  • Incidente a Calvagese della Riviera: morti Marco Cioccarelli e Alessandro Giuliani

  • Marco e Alessandro, tra sogni e ricordi: due giovani vite spezzate troppo presto

  • L'auto distrutta in un groviglio di lamiere: lesioni cerebrali per il ragazzo alla guida

  • Blocca una bambina in strada e le mostra il pene: condannato operaio bresciano

  • Ambra senza filtri sull'ex: "Renga? Complicato vivere vicini, ma sa farmi ridere"

Torna su
BresciaToday è in caricamento