Operazione Elefante Bianco: la Gdf di Brescia arresta boss della coca

Non si ferma l'operazione anti-droga che ha portato ai primi arristi lo scorso aprile. La GdF di Brescia ha arrestato un 33enne in un hotel a Rimini, punto di riferimento del traffico di cocaina lombardo

E' terminata la latitanza di un altro membro di spicco dell'organizzazione criminale dedita al traffico internazionale di stupefacenti che era stata sgominata con l'operazione 'Elefante bianco' della Guardia di Finanza di Brescia, condotta in sinergia con i carabinieri.

Un 33enne albanese è stato infatti rintracciato in un albergo di Rimini, dove era appena arrivato con la moglie. L'arresto è avvenuto lo scorso 13 agosto, ma la notizia è stata resa nota soltanto oggi.

Per le fiamme gialle l'albanese era punto di riferimento del traffico di cocaina lombardo, essendo uno dei 'grossisti' dell'associazione per delinquere smantellata circa 4 mesi fa.

I finanzieri del Nucleo di polizia tributaria di Brescia sono riusciti a rintracciare il latitante anche grazie alla collaborazione con la questura di Rimini.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, contagiati altri due bresciani: primo caso sospetto in città

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Incidente a Pozzolengo: neonato di Lonato muore in ospedale

  • "Non so come l'ho preso": parla la ginecologa positiva al coronavirus

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • Secondo caso bresciano di Coronavirus: è una ginecologa di 36 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento