Ono San Pietro: fratellini morti, forse soffocati con un cuscino

Questa l'ultima ipotesi trapelata da fonti investigative nel giorno dei funerali

I due fratellini carbonizzati nel rogo della casa del padre a Ono San Pietro (Brescia) lo scorso 16 luglio, sarebbero stati prima soffocati con un cuscino mentre dormivano.

Questa è l'ultima ipotesi trapelata da fonti investigative che lavorano alla morte di Davide e Andrea Iacovone, di 9 e 12 anni, proprio nel giorno del funerale.

Nei giorni scorsi si era parlato della possibilità che i bambini fossero stati avvelenati o narcotizzati prima dell'incendio dal padre Pasquale Iacovone. I risultati dell’esame tossicologico, però, sembrano escludere la presenza di veleni o barbiturici nei loro corpi.

Per la conferma bisognerà comunque aspettare l'esito di ulteriori esami. Gli investigatori nel frattempo hanno inviato al Ris di Parma indumenti e reperti prelevati in casa. Il fascicolo per duplice omicidio aperto in Procura resta comunque a carico di ignoti.

SULLO STESSO ARGOMENTO:
- Mamma Erica: "Bastardo, bastardo, guarda cosa hai fatto"
- Autopsia: fratellini narcotizzati prima dell'incendio
- Iacovone disse alla moglie: "Ti ammazzo i figli"
- Fissata la data dei funerali
- Ono San Pietro: morti due fratellini, grave il padre
- Don Pierangelo: "Uno scoppio prima dell'incendio"
- Le vittime: Davide e Andrea Iacovone
- Il sindaco del paese: "Rapporti tesi tra i genitori"
- Vigili del Fuoco: trovata una tanica di benzina
- L'avvocato della madre: "Non è una tragedia"
- Aperto fascicolo per duplice omicidio


In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Un paese fantasma: chiude l'ultimo negozio, a rischio anche l'unico bar

  • Dramma in una cascina: trovato morto uomo di 56 anni

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Tragedia avvolta nel mistero: cadavere trovato in autostrada, lungo la corsia di sorpasso

  • Una sterzata disperata, poi lo schianto contro l'albero: così è morta Celeste

Torna su
BresciaToday è in caricamento