Adro: i funerali di Franco Bertola, aspettando il nome dell'assassino

A un mese di distanza dall'omicidio, ieri a Adro sono stati celebrati i funerali del 62enne Franco Bertola. Continuano intanto le indagini degli inquirenti, ma al momento non ci sono ancora indizi certi che possano portare all'assassino

Un paese interno si è stretto attorno al dolore di amici e familiari di Gian Franco Bertola, il contadino di 62 anni ucciso il 14 maggio scorso,  colpito da una roncola e dalla lama rotante di una motosega.

A un mese esatto di distanza, il brutale assassinio è ancora avvolto nella nebbia. Gli inquirenti non sono riusciti a raccogliere prove sufficienti che potessero portare a un indiziato omicida.

- Omicidio di Adro: Bertola ucciso dal taglio di motosega alla nuca

Anche durante le esequie, questa mancanza aleggiava come un fantasma tra i banchi della chiesa e i passi lenti del corteo. Possibile che l’assassino forse tra i presenti, vestito a lutto, e magari con lo sguardo più afflitto di tutti.


Questa assenza di risposte, questa incertezza che pervade le vie di Adro ormai da quattro settimane, aggiunge al dolore della perdita rabbia e sconcerto. Persino il parroco del paese, don Mario fattorini, ha implorato dal pulpito: “C’è bisogno di fatti e meno parole. Abbiamo sentito fin troppi discorsi in questi giorni.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Nipote 43enne muore dieci giorni dopo la zia: lavoravano nello stesso negozio

  • La tragica fine di Francesca: picchiata e strangolata al parco pubblico

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

  • Le lacrime per mamma Laura, stroncata da un tumore a soli 38 anni

  • Ragazza trovata morta al parco: s'indaga per omicidio

Torna su
BresciaToday è in caricamento