Accoltella i fratelli della fidanzata, uno di loro lo uccide investendolo

Quello che inizialmente sembrava un incidente si è rivelato essere un investimento volontario. La vittima ha 35 anni

Fonte: Facebook

Un automobilista ha visto un suv che improvvisamente ha sterzato verso destra, investendo in pieno un uomo che camminava a bordo della strada. Quello che sembrava un incidente dettato da una distrazione, o da un malore, del conducente, si è presto rivelato essere tutt'altro: una vendetta personale. A perdere la vita è Omar Ghirardini, bresciano di etnia sinti, nato a Manerbio 35 anni fa, residente (pare) nel campo rom di via Orzinuovi, a Brescia.  

I fatti. Nel tardo pomeriggio Ghirardini si è recato nel campo rom di via Borgosatollo, abitato da rom slavi. Raggiunta la casa dove vivono i tre fratelli della fidanzata, durante una lite -  nata per futili motivi (le prime ipotesi parlano di un litigio causato da un mancato invito a una festa) - il 35enne ha estratto un coltello e poi ferito al braccio, alla mano e all'addome, tutti e tre i fratelli. Lasciato il campo, Ghirardini se ne è andato a piedi, ma poco dopo, mentre camminava lungo via della Maggia, sulla striscia di prato a bordo della strada, è stato investito mortalmente dalla Bmw X6 guidata da Renat Hadzovic, serbo di 28 anni. Da verificare se sull'auto ci fossero anche gli altri due fratelli feriti da Ghirardini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al fermo dell'omicida si è giunti nel giro di un'ora. Sul luogo dell'incidente sono arrivate pattuglie della Polizia locale, dei carabinieri e della Polizia di Brescia, assieme alle ambulanze. A rendere immediato il fermo dell'investitore è stata la presenza a terra della targa del suv, staccatasi durante l'impatto con la vittima. Sul posto nel giro di pochi minuti sono giunti parenti e amici di Ghirardini: per scongiurare il rischio di una rappresaglia per un'ulteriore vendetta, alcuni agenti in tenuta antisommossa sono stati inviati nel campo rom di via Borgosatollo. Nel frattempo, Renat Hadzovic è stato sottoposto a fermo per omicidio volontario. Uno dei fratelli feriti dal coltello di Ghirardini è stato medicato in Poliambulanza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: "Una Regione ad alto rischio il 3 giugno non può riaprire"

  • Coronavirus: in Lombardia 293 nuovi contagi, a Brescia altre 8 croci

  • Coronavirus: assalto per la movida, Del Bono costretto a chiudere Piazzale Arnaldo

  • Dramma in paese, ragazzo muore a 29 anni: "Il Signore dia conforto ai tuoi genitori"

  • Terribile schianto frontale, auto distrutte e 3 feriti: uno è grave al Civile

  • Brescia: tutte le attività commerciali aperte e che fanno consegna a domicilio

Torna su
BresciaToday è in caricamento