Protesta shock: corpi di maiali morti in piazza a Brescia

Dalle 14.30 la protesta contro gli allevamenti di maiali organizzata dagli attivisti di Nemesi Animale: in Largo Formentone un presidio di protesta, e la proiezione del docu-film 'Fabbriche di carne', girato tra il 2011 e il 2012

Foto © Nemesi Animale

Una ‘protesta shock’ in piazza a Brescia, dalle ore 14.30 nei pressi di Largo Formentone, organizzata da Nemesi Animale, un’iniziativa dal forte impatto che vuole mostrare il lato nascosto degli allevamenti e della produzione di carne. Nel corso della giornata verrà anche proiettato il video ‘Fabbriche di carne’, frutto di un lavoro di indagine svolto dagli attivisti animalisti tra il 2011 e il 2012 in decine e decine di allevamenti italiani.

“Si tratta di una protesta forte che vuole far riflettere sul destino di milioni di animali che ogni anno nascono negli allevamenti e muoiono nell’indifferenza – fanno sapere da Nemesi Animale – Moltissimi sono quelli che non ce la fanno e muoiono a pochi giorni di vita, vicino alle loro stesse madri. Per gli allevatori questi cadaveri sono solo uno scarto, una perdita di profitto. Per noi sono i corpi di individui che avrebbero potuto godere di ben altra vita, fuori dalle gabbie e lontano dai ganci dei macelli”.


“Abbiamo scelto Brescia perché è la Provincia che vanta il triste primato del maggior numero di maiali allevati, un milione e mezzo registrati nel 2010, abbiamo scelto Brescia anche perché a Manerbio si minaccia la costruzione del più grande macello di maiali in Europa, una struttura dall’aberrante capacità di uccidere e smembrare fino a 12mila esseri viventi al giorno”.

Non è un caso, si legge ancora nel comunicato, che i macelli “vengano costruiti lontano dagli occhi della gente e che tutto quello che accade là dentro non venga mostrato”. Solo nel 2010 in Italia sono stati uccisi e macellati più di 13 milioni di maiali: “Vogliamo mostrare cosa succede negli allevamenti, e quali sono le condizioni in cui versano gli animali. Sta a noi tutti, dopo aver visto e saputo, trarre le proprie conclusioni e scegliere di non contribuire alla loro sofferenza”.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

Torna su
BresciaToday è in caricamento