'Ndrangheta, maxi sequestro di beni: coinvolta anche Brescia

Il sequestro ha riguardato di beni mobili ed immobili riconducibili Salvatore Mancuso, ritenuto il boss dell'omonima 'ndrina di Limbadi e Nicotera

Salvatore Mancuso

Nelle prime ore del mattino, nelle province di Brescia, Monza, Milano, Como, Bergamo e Vibo Valentia, i carabinieri del Gruppo di Monza hanno eseguito sequestri preventivi ritenuti collegati alla cosca 'ndranghetosa dei Mancuso.

I sequestri sono scaturiti nell'ambito di una maxi inchiesta denominata 'Sunrise' e condotta dal Nucleo investigativo di Monza che ha portato all'emissione di un provvedimento di sequestro preventivo, finalizzato alla confisca di beni mobili ed immobili riconducibili Salvatore Mancuso di Giussano (Monza), attualmente detenuto presso la casa circondariale di Monza e ritenuto il boss dell'omonima 'ndrina di Limbadi e Nicotera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Palpeggia e molesta due ragazzine: pestato a sangue nel parcheggio

  • Arrivano una Smart e una Fiat 500, poi lo scambio di droga: arrestato cantante

  • Ragazzo morto tra le braccia delle fidanzata: i risultati dell'autopsia

  • Morto l'imprenditore Renato Martinelli: ucciso in tre mesi dalla malattia

  • Violenta scossa in azienda, folgorato operaio: portato con ustioni al Civile

  • In arrivo due nuovi autovelox: limite abbassato dai 90 ai 70 chilometri orari

Torna su
BresciaToday è in caricamento