Nave: rogo blasfemo, presepe bruciato in chiesa

Reo confesso un 40enne di Concesio: non è riuscito a dare spiegazioni del suo folle gesto. Per lui obbligo di firma e perizia psichiatrica

I giudici hanno disposto l'obbligo di firma per il 40enne di Concesio sorpreso sabato pomeriggio a bruciare il presepe all'interno della chiesa di Muratello di Nave.

Il rogo blasfemo è stato notato poco dopo da una donna entrata per pregare. Un intervento fortunoso quanto fondamentale, grazie al quale è stato possibile spegnere le fiamme con l'estintore ed evitare che si diramassero al resto dell'edificio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Tribunale l'uomo ha confessato ma non è riuscito a dare una spiegazione del suo folle gesto o, più semplicemente, si è rifiutato di farlo. Così, oltre all'obbligo di firma, il 23 gennaio dovrà tornare in aula per una perizia psichiatrica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente: Giulia e Claudia morte in un terribile frontale

  • Strade sommerse da un'incredibile grandinata: servono le ruspe per liberarle

  • Nuovo supermercato dopo il lockdown: sarà aperto tutti i giorni fino alle 22

  • Coronavirus: Brescia è la prima provincia italiana per nuovi contagi

  • Violenta rissa, ragazzino picchiato e lasciato ferito in mezzo alla strada

  • Tragedia in azienda: operaio bresciano si toglie la vita

Torna su
BresciaToday è in caricamento