Morto Pietro Wührer: il suo nome è un marchio noto in tutto il mondo

Pietro Wührer è stato ucciso da un'emorragia cerebrale (foto di repertorio)

Si è spento all’età di 78 anni l'imprenditore bresciano Pietro Wührer, stroncato da un'emorragia cerebrale mentre si trovava in vacanza a Bari la scorsa settimana.

Pietro era uno dei discendenti di Franz Xaver Wührer, che - nel 1829 - fondò la prima fabbrica di birra italiana, la cui sede originaria si trovava nel centro di Brescia, in via Trieste, dove ancora oggi è presente una targa commemorativa. Una storia fatta di grandi successi, fino al 1988, quando, ceduta dalla multinazionale BSN (che ne controllava il pacchetto azionario) alla Peroni, venne deciso di chiudere l'azienda cittadina e di tenere in vita solo il marchio.

Pietro Wührer lascia la moglie Orsola, le due figlie Carla e Rossella e i tanti amati nipotini. Le esequie si sono svolte nella chiesa di Santa Maria Crocifissa di Rosa, partendo dalla villa di via Colle Fiorito, nota alle cronache cittadine per un rapina da 200mila euro (tra denaro in contanti e gioielli) messa a segno 5 anni fa da un gruppo di banditi.
 

Potrebbe interessarti

  • Fascicolo Sanitario Elettronico: come consultare i referti online

  • Per tutta estate il paese illumina strade e palazzi: sul lago il borgo più romantico d'Italia

  • Comune di Brescia: sedi CAAF Cgil

  • Le migliori gelaterie di Brescia

I più letti della settimana

  • A tutta velocità, fermato dalla Polizia: a bordo c’è un bimbo che sta male

  • Si sporge dal finestrino, ragazzo cade dal furgone in corsa e muore sul colpo

  • "Guido io, il mio amico ha bevuto": ma è ubriaco, drogato e senza patente

  • Tragica morte di ‘Ale’, la svolta: operaio indagato per omicidio colposo

  • Tenta il suicidio nel ristorante dove lavora, gravissimo giovane cameriere

  • Crolla a terra mentre fa la spesa, le sue condizioni sono disperate

Torna su
BresciaToday è in caricamento