Tragedia Monte Rosa: le salme dei due aplinisti ancora a Zermatt

Per il rimpatrio delle salme si dovranno attendere alcuni giorni

Si trovano ancora a Zermatt, nel Canton Vallese della Svizzera, i corpi di Roberto Carmagnola e Aldo Bergamini, i due alpinisti morti sulla cresta Rey, a 4.300 metri di altezza, sul versante alpino del Monte Rosa.

Per il rimpatrio delle salme, complici le procedure particolarmente lunghe della polizia cantonale, si dovranno attendere alcuni giorni. Carmagnola, 44 anni, faceva parte della sezione di Borgosesia (Vercelli) del Soccorso alpino.

In cordata con Bergamini, 57enne originario di Brescia ma residente a Milano, tentava di raggiungere Punta Dufour, a 4.634 metri. Una insidiosa lastra di ghiaccio ha fatto perdere la presa ai due alpinisti, che sono scivolati per un centinaio di metri.

Le operazioni di soccorso hanno impegnato tre elicotteri del Soccorso alpino svizzero. Cordoglio a Borgosesia per la scomparsa del 44enne, molto conosciuto in città: sono ore di attesa tra conoscenti e parenti per conoscere le date delle sue esequie.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Caos al supermecato: cerca di uscire senza pagare, poi picchia il vigilante

  • Incidenti stradali

    Scooter si schianta contro un’auto: grave ragazzino di 14 anni

  • Cronaca

    Nella cava dismessa un maxi-parcheggio abusivo da 400.000 metri quadrati

  • Cronaca

    Maxi frode fiscale da 16 milioni di euro: nei guai imprenditore e 8 complici

I più letti della settimana

  • Dramma durante il sonno: ragazzina muore a 14 anni per un malore

  • Ragazzo in fin di vita, il cane abbaia allo sfinimento per chiedere aiuto

  • Mille Miglia 2018: programma completo e mappa del percorso cittadino

  • Costringe un alunno alle sue 'avance' sessuali: nei guai dirigente scolastico

  • Follia per una manovra sbagliata: due donne si picchiano in strada

  • Neonato trovato abbandonato in mezzo alla strada

Torna su
BresciaToday è in caricamento