Tragedia Monte Rosa: le salme dei due aplinisti ancora a Zermatt

Per il rimpatrio delle salme si dovranno attendere alcuni giorni

Si trovano ancora a Zermatt, nel Canton Vallese della Svizzera, i corpi di Roberto Carmagnola e Aldo Bergamini, i due alpinisti morti sulla cresta Rey, a 4.300 metri di altezza, sul versante alpino del Monte Rosa.

Per il rimpatrio delle salme, complici le procedure particolarmente lunghe della polizia cantonale, si dovranno attendere alcuni giorni. Carmagnola, 44 anni, faceva parte della sezione di Borgosesia (Vercelli) del Soccorso alpino.

In cordata con Bergamini, 57enne originario di Brescia ma residente a Milano, tentava di raggiungere Punta Dufour, a 4.634 metri. Una insidiosa lastra di ghiaccio ha fatto perdere la presa ai due alpinisti, che sono scivolati per un centinaio di metri.

Le operazioni di soccorso hanno impegnato tre elicotteri del Soccorso alpino svizzero. Cordoglio a Borgosesia per la scomparsa del 44enne, molto conosciuto in città: sono ore di attesa tra conoscenti e parenti per conoscere le date delle sue esequie.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Tossicodipendente si buca in diretta video, in pieno centro storico

    • Incidenti stradali

      Scontro frontale tra due auto: sette giovani "miracolati"

    • Cronaca

      Scoperta coltivazione di marijuana sulle rive dell’Oglio

    • Cronaca

      Associazione culturale? No, night club con spogliarelliste (in nero)

    I più letti della settimana

    • Al via la grande apertura: l’assalto di migliaia di persone all’Ikea Center

    • Ragazza tenta il suicidio lanciandosi da un ponte: è gravissima

    • Dramma in aereo: stroncato da un malore, muore davanti a moglie e figlia

    • Tutto pronto per una fellatio, ma lei gli spruzza in faccia lo spray urticante

    • Sesso tra detenuti e poliziotte, a Brescia un carcere a luci rosse?

    • Nuovo centro IKEA pronto all’apertura: massime misure di sicurezza

    Torna su
    BresciaToday è in caricamento