Fa abbattere 200 alberi per far posto a un vigneto, imprenditore nei guai

Blitz dell'Ufficio ecologia del Comune di Desenzano: lavori fermi a Montonale, l'azienda agricola verrà sanzionata e costretta a ripiantare gli alberi abbattuti

Gli alberi abbattuti a Montonale - (C) Bresciatoday.it

Verrà sicuramente sanzionato e costretto a ripiantare tutti gli alberi che ha abbattuto: nel suo operare sarebbero state rilevate alcune irregolarità, certificate dal Comune intervenuto a seguito delle segnalazioni di alcuni cacciatori. Sotto accusa un'azienda agricola della zona, ma che sarebbe riferibile a una proprietà veronese: l'Ufficio ecologia ha già fatto sospendere i lavori nella zona di San Girolamo a Montonale.

A detta del consigliere di maggioranza Paolo Abate, che per primo ha reso nota la notizia, il problema non sarebbe relativo ai permessi, ma alle modalità. In quella zona, lungo la strada vicinale di San Girolamo, presto dovrebbe sorgere un nuovo vigneto. E fin qui niente di strano.

Ma il taglio degli alberi sul ciglio della strada non avrebbe rispettato le norme contenute nel Piano delle regole del Pgt: tra queste il rispetto di una fascia massima di distanza tra una ceppaia e l'altra, non superiore ai 5 metri. E non solo: le ceppaie rimaste devono essere vive, per potersi riprodurre, con presenza di un tronco vivo e di alcuni germogli.

Il Comune contesta all'azienda anche la probabile “scomparsa” di una strada vicinale: una strada che proseguiva parallela alla carreggiata principale, accompagnata da un fosso, e che sarebbe stata invece coperta e “inglobata” all'interno della proprietà vinicola.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ulteriori accertamenti sono in corso, ma intanto i lavori sono fermi. E non è la prima volta che un vigneto si “mangia” un po' di natura senza rispettare le regole: il caso più eclatante risale a tre anni fa, quando venne rasato a zero il bosco dell'Orso di Peschiera, che era pieno di gelsi. In tempi più recenti sono stati segnalati casi analoghi (ma ovviamente di portata inferiore) anche a San Martino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: in Lombardia 293 nuovi contagi, a Brescia altre 8 croci

  • Terribile incidente: ciclista sbanda e muore schiacciato da un camion

  • Coronavirus: assalto per la movida, Del Bono costretto a chiudere Piazzale Arnaldo

  • Terribile schianto frontale, auto distrutte e 3 feriti: uno è grave al Civile

  • Brescia: tutte le attività commerciali aperte e che fanno consegna a domicilio

  • Si butta dalla finestra di casa, giovane uomo muore suicida

Torna su
BresciaToday è in caricamento