Sorpreso a spacciare, picchia i carabinieri per evitare l'arresto

È successo nei giorni scorsi a Montirone: il giovane uomo ha tentato di dileguarsi nei campi, ma è stato raggiunto e si è scagliato contro i militari

Foto d'archivio

Pizzicato mentre cedeva un piccolo involucro ad un altro uomo, ha fatto di tutto per evitare le manette: prima scappando a gambe levate nei campi, poi aggredendo i carabinieri che lo stavano inseguendo. Per lui non è finita bene: è stato arrestato al termine della violenta colluttazione.

Nei guai un 29enne marocchino, finito nel mirino dei militari della stazione di San Zeno durante un'operazione di controllo dello scalo ferroviario di Montirone. Lo hanno pizzicato proprio mentre confabulava con un cliente, passandogli poi un piccolo involucro. Certi di essere stati testimoni di uno scambio di droga, i carabinieri hanno deciso di intervenire.

Alla vista dei militari, il 29enne se l'è però data a gambe levate, cercando di dileguarsi nei campi circostanti. Non ha avuto fortuna ed è stato raggiunto. Lui però non si è arreso: si sarebbe scagliato con violenza contro i carabinieri, tanto che uno di loro ha rimediato alcune contusioni.

Una volta bloccato è stato perquisito: non aveva più droga addosso, probabilmente l'aveva gettata durante la fuga, ma le manette sono scattate comunque per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due sorelle, lo stesso tragico destino: uccise dal cancro a distanza di 20 giorni

  • Donna trovata morta in campagna: tragedia avvolta nel mistero

  • In arrivo intensa ondata di maltempo, porterà pioggia e abbondanti nevicate

  • Orzinuovi piange la scomparsa del ristoratore Tonino Casalini

  • Sposato, padre di 3 figli: prende a schiaffi e pugni la moglie in strada

  • Terribile schianto all'incrocio: motociclista muore in ospedale

Torna su
BresciaToday è in caricamento