Perde la testa per la barista, è l'inizio di un incubo: stalking e minacce di morte

Vittima una 39enne: ha persino cambiato locale, ma lo spasimante non ha mai smesso di perseguitarla.

Un corteggiamento asfissiante durato anni, culminato in una pericolosissima ossessione. Non riusciva a non pensarla, a non guardarla, a non chiederle di uscire con lui, ma lei di quel cliente invadente e fuori luogo proprio non ne voleva sapere.

Rifiutato, più e più volte, dalla barista di un locale di Montichiari per cui aveva letteralmente perso la testa è arrivato a perseguitarla e addirittura a minacciarla di morte. La vittima, una 39enne, ha perfino cambiato luogo di lavoro nel tentativo di liberarsi di quel cliente molesto. Non è servito a niente: l’uomo ha continuato ad importunarla. 

Dopo approcci sempre più diretti ed espliciti, ha pure iniziato a minacciarla, così la 39enne ha deciso di ricorrere all’ammonimento del questore. Si tratta di un provvedimento di diffida nei confronti dello stalker: se trasgredito spalanca le porte del carcere al colpevole. 

L’epilogo della vicenda lunedì sera, in barba al divieto, l’uomo si è presentato completamente ubriaco nel bar dove lavora la 39enne, minacciandola di morte. Lei ha chiamato i carabinieri e per lo stalker - un 38enne di origine romene e residente a Calvisano - sono scattate le manette. Arresto convalidato: l'uomo è ai domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Giovane padre ucciso dalla malattia: "Te ne sei andato troppo presto, proteggici da lassù"

  • Si sente male all'Università, poi la situazione precipita: ragazza muore di meningite

Torna su
BresciaToday è in caricamento