In paese arrivano i profughi, a sorpresa: "Nessuno ci ha detto nulla"

Poco più di una quindicina di profughi arrivati anche a Mazzano, gli ultimi 12 nelle ultime 48 ore. Saranno "distribuiti" nei centri d'accoglienza gestiti da associazioni o cooperative. Polemiche del sindaco Franzoni

Niente di nuovo: profughi in provincia. Gli ultimi sarebbero stati trasferiti a Mazzano: a quanto pare, secondo quanto annunciato dalla Prefettura, in paese ne potrebbero arrivare una settantina, 73 per la precisione. Saranno poi “distribuiti” nei centri d'accoglienza diffuso gestiti da associazioni o cooperative locali.

I primi sarebbero già arrivati: in tutto una quindicina, quattro nei giorni scorsi e altri dodici nelle ultime 48 ore. Un arrivo a sorpresa, almeno secondo quanto dichiarato dal sindaco Maurizio Franzoni, e non senza fastidio.

Il primo cittadino lamenta infatti una mancanza di comunicazione. “Abbiamo dato il nostro assenso all'accoglienza, ma solo in cambio di regole e modalità ben precise. Invece nessuno ci ha detto nulla, né come né quando sarebbero arrivati”.

Non ci sono novità invece per la Caserma Serini di Montichiari. Le ultime indiscrezioni la davano potenziale “candidata” per ospitare un hub da 150 persone. In tutta la provincia, e in relazione agli abitanti, i profughi in realtà sono pochi: sono soltanto 1800, uno circa ogni 650 residenti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • Tragico infortunio sul lavoro: morto giovane operaio

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • E' morto Menec: la sua storica trattoria meta di celebrità e calciatori

  • Coronavirus in Lombardia: 100 persone a rischio, 70 vanno in quarantena

  • Dona 6,6 milioni di euro: il gesto d'amore per il nuovo polo oncologico

Torna su
BresciaToday è in caricamento