Schiacciato da una lastra di marmo, muore padre di due figli

È Massimo Giossi, 47enne di Botticino, la vittima del drammatico incidente sul lavoro avvenuto venerdì mattina alla Eredi Martinelli di Rezzato. Lascia la moglie e due figli di 11 e 14 anni

Massimo Giossi (Fonte: Facebook)

Un tragico infortunio all'inizio del turno di lavoro, la corsa in ospedale e i disperati tentativi dei medici di salvargli la vita. Tutto inutile, purtroppo: Massimo Giossi, 47enne di Botticino, si è spento nel primo pomeriggio di venerdì in un letto dell'ospedale Civile di Brescia.

Una vita spezzata improvvisamente a causa di un terribile incidente avvenuto alla Eredi Martinelli di via Industriale a Rezzato, dove l'uomo lavora da circa due anni. Era un operaio esperto ed attento e va ancora accertato come e perché, poco dopo le 8 di venerdì mattina, sia stato colpito in pieno da una pesantissima lastra di marmo. Stando ai primi accertamenti, il blocco si sarebbe staccato dalla gru con l'ausilio della quale il 47enne stava appunto spostando alcune lastre. A ricostruire l'esatta dinamica saranno i carabinieri e gli ispettori dell'Ats.

Immediato l'allarme, dato dai colleghi, che per primi lo hanno soccorso: sul posto si sono precipitate un'ambulanza e un'automedica. All'arrivo dei sanitari l'operaio era in arresto cardiaco: è stato rianimato a lungo e una poi trasferito al Civile, dov'è spirato poche ore più tardi.

La tragica notizia si è velocemente diffusa in paese e sui social: sono in molti ad avere lasciato un messaggio d'addio sulla bacheca dell'operaio, padre di due figli di 11 e 14 anni. Tra i tanti messaggi c'è anche quello del consiglio comunale di Botticino

"Tutto il consiglio comunale esprime il piu' sincero cordoglio alla famiglia di Massimo Giossi, duramente colpita dalla tragica e prematura scomparsa. Sono tanti i post che lo ritraggono solare e sorridente, a tutti i familiari va tutta la nostra vicinanza per una così grave perdita."

Un'anima bella, un ragazzo stupendo, una persona splendida: così Massimo viene descritto dai tanti amici e conoscenti che hanno voluto ricordarlo con un post ed esprimere la vicinanza alla moglie Simona e ai figli Alessandro e Nicola.

Tragico infortunio sul lavoro a Rezzato: la vittima è Massimo Giossi 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Come si può morire a 47 anni sul lavoro?So o addolorato per tutta questa famiglia colpita da questa terribile DISGRAZIA.LE MIE CONDOGLIANZE

  • Una preghiera per lui e la sua famiglia

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Passa con il verde e travolge una donna che attraversa senza guardare: condannato

  • Cronaca

    Salta il tubo delle fogne, le anatre nuotano nel lago tra feci e carta igienica

  • Cronaca

    Devastati dall'alcol, 6 giovani si sentono male: notte di passione per le ambulanze

  • WeekEnd

    Cosa fare a Brescia dal 15 al 17 febbraio: i migliori eventi del weekend

I più letti della settimana

  • Nel termoutilizzatore 2 tonnellate di cocaina: in fumo 673 milioni di euro

  • Va a dormire e non si sveglia più: ragazza trovata morta nel letto a 18 anni

  • Sesso, masturbazione e (anche) violenza: a Brescia il bosco degli incontri gay

  • Acquista un'auto da 30.000 euro, truffa tutti e la paga solo 3

  • Auto 'impazzita' travolge due ragazzi sul marciapiede, poi piomba sulla rotonda

  • "Non sto sul bus con delle negre puzzolenti", poi l'aggressione e le percosse

Torna su
BresciaToday è in caricamento