Manuela: l'ultimo viaggio in auto, l'ex fidanzato sentito per 2 ore in procura

Le telecamere avrebbero inquadrato gli ultimi spostamenti a bordo della sua Opel Corsa: ma l'automobile non si trova. L'ex fidanzato sentito per due ore

In Procura è stato sentito per oltre due ore, e non è finita: i carabinieri in seguito l'hanno accompagnato a casa e hanno proceduto a una lunga perquisizione (almeno altre due ore) all'interno dell'abitazione. In quella casa Manuela è stata vista per l'ultima volta, e pure inquadrata dalle telecamere.

Stava preparando una borsa da viaggio, stava chattando con qualcuno che potrebbe avere visto: le indiscrezioni raccontavano di un possibile incontro con un uomo sposato, con cui potrebbe aver avuto una qualche relazione. Sabato 28 luglio se n'è andata, e non ha fatto più ritorno. Fino a lunedì ha mandato sei messaggi, a familiari e amici e pure al suo responsabile in ufficio.

Sono messaggi che non convincono la famiglia, e nemmeno l'ex fidanzato: potrebbe non averli scritti lei. L'ultimo è arrivato alle 21.50 circa di lunedì, e proprio a Matteo: poi più nulla, telefono spento. Il suo smartphone è stato “agganciato” in città, dalle celle telefoniche: sul lago di Garda, come invece aveva scritto, Manuela non ci è mai andata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Notte da incubo dopo la pizza? Ecco perché ci viene così tanta sete

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Il tragico destino di Sara, stroncata dalla malattia a soli 27 anni

  • Brutalmente ammazzata dal marito, niente sepoltura: "Lui non lo permette"

  • Massacrata di botte la fidanzata: la crede morta e brucia l'appartamento

Torna su
BresciaToday è in caricamento