Picchiato e maltrattato per più di 30 anni: arrestata la figlia, denunciata la moglie

La fine dell'incubo per un anziano di 83 anni di Manerbio, per decenni in balia dei maltrattamenti della moglie e della figlia

Per riuscire a salvarlo dall'incubo si avvicinavano lui in borghese, facendo finta di nulla: in realtà stavano raccogliendo elementi utili alle indagini che porteranno all'arresto della figlia e alla denuncia della moglie. Un incubo lungo forse anche 30 anni: a tanto ammonterebbe il periodo di violenze fisiche e psicologiche patite da un anziano bresciano di 83 anni di Manerbio, vessato di continuo dalla moglie, 81 anni, e dalla figlia, 51enne nubile e che da sempre abita in casa con i genitori.

Maltrattato e picchiato

Il lungo elenco dei maltrattamenti, come detto, si sarebbe protratto per anni. In tempi recenti alcuni dei casi più eclatanti: il marito maltrattato sarebbe stato costretto a vari ricoveri in ospedale, anche per fratture e lesioni. Moglie e figlia avrebbero approfittato di lui, anche malmenandolo quando lui avrebbe cercato di ribellarsi.

Lo trattavano male, malissimo: lo costringevano a fare quello che volevano loro, non lo facevano uscire di casa liberamente, non l'avrebbero aiutato nei momenti di difficoltà, l'avrebbero tenuto al freddo quando soffiava il gelo dell'inverno. Solo alcune delle numerose vessazioni subite in questi trenta, lunghissimi anni. Una volta sarebbe pure caduto, e lasciato a terra senza essere aiutato.

Le indagini dei carabinieri

Le indagini dei militari della compagnia di Verolanuova sono state avviate a seguito delle segnalazioni dei Servizi sociali e del pronto soccorso dell'ospedale dove l'anziano era stato ricoverato. Un po' alla volta, i carabinieri sono riusciti a ricostruire la vicenda nel dettaglio: anche avvicinandosi alla vittima, appunto, indossando abiti borghesi per non farsi notare.

Solo pochi giorni fa il blitz, concordato con la Procura: per le due donne sono così scattate altrettante ordinanze di custodia cautelare, l'arresto per la figlia, che sarà ai domiciliari, e il divieto di avvicinamento al marito per la moglie. L'uomo intanto è già stato allontanato da casa: si trasferirà da un parente, al sicuro. Finalmente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lo schianto col tir, poi l'inferno: manager d'azienda muore carbonizzato nella sua auto

  • Due sorelle, lo stesso tragico destino: uccise dal cancro a distanza di 20 giorni

  • Brescia, morta Leontine Martin: era al vertice di un'azienda da mezzo miliardo di euro

  • Terribile schianto all'incrocio: motociclista muore in ospedale

  • Maltempo, arriva forte peggioramento: pioggia e abbondanti nevicate

  • Investita mentre va in pizzeria con la famiglia, muore madre di tre figli

Torna su
BresciaToday è in caricamento