Stuprano in gruppo una ragazzina fuori dalla disco: subito davanti al giudice

Alla sbarra i presunti responsabili dello stupro avvenuto fuori dalla discoteca Red Clubbing

Foto d'archivio

I tre diciassettenni accusati di aver violentato una turista minorenne a Manerba del Garda finiranno in tribunale per il giudizio immediato, dopo che la Procura dei Minori ha chiesto e ottenuto il procedimento penale speciale a loro carico, che permetterà di saltare l'udienza preliminare. Due dei giovani aggressori saranno davanti a un giudice già il prossimo 6 dicembre, mentre il terzo - detenuto al Beccaria di Milano - comparirà in aula il 17 dicembre per aver scelto il processo in rito abbreviato.

Il provvedimento trae origine dall’episodio di violenza avvenuto nella nottata dello scorso 12 luglio, all’uscita dalla discoteca Red Clubbing. Dopo aver accerchiato una turista danese ed il fratello (quest’ultimo aggredito per impedirgli di difendere la sorella), i tre avrebbero costretto la vittima a subire violenze sessuali, consistenti in palpeggiamenti e nel tentativo di strapparle la biancheria intima.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A seguito del fermo, il Gip ha previsto per un giovane aggressore la detenzione presso il carcere minorile “Beccaria” di Milano, per un altro l’accompagnamento presso una casa di accoglienza e per il terzo la permanenza in abitazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Economia bresciana in lutto: è morto l'imprenditore Giuliano Gnutti

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 1 aprile 2020

  • Arresto cardiaco, muore nella sua auto: era in malattia e aveva la febbre

  • Una famiglia distrutta dal Coronavirus: in poche ore morte tre sorelle

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 29 marzo 2020

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 2 aprile 2020

Torna su
BresciaToday è in caricamento