Tempesta di poggia e vento: alberi contro una casa, lamiere distruggono un'auto

La conta dei danni, nella Bassa Bresciana e non solo, mentre il vento continua a soffiare. Primo bilancio del maltempo: la primavera tarda ad arrivare

Leno, albero caduto in strada (fonte Facebook)

Il vento continua a soffiare, forte, anche in queste ore. Lunghi attimi di una trepidante attesa, nella speranza che la furia del maltempo non si ripeta come già successo tra sabato e domenica nella Bassa Bresciana e nei dintorni, la zona dove stavolta si è registrato l'epicentro della tempesta, e qualche tromba d'aria. Ma danni e devastazione si sono estesi fino alla Franciacorta, e ancora hanno toccato il lago di Garda

La conta dei danni

Soffia il vento, cadono gli alberi e volano le coperture dei tetti. Circostanze che purtroppo si sono ripetute un po' ovunque, tra sabato e domenica. Difficile se non impossibile avere il quadro completo di quello che è successo. Nel lungo elenco dei danni si segnala sicuramente la palestra dell'istituto Capirola di Leno, che è stata scoperchiata dal vento e allagata dalla pioggia: i ragazzi lunedì mattina sono tornati regolarmente a scuola, ma la palestra al momento è inagibile, così come altre due aule all'interno dell'istituto.

Chiuso per motivi di forza magiore anche il parco dell'ex ippodromo: in zona si contano almeno una trentina di alberi caduti. Tanti gli interventi anche nelle case private, e in zona industriale anche per alcuni capannoni, scoperchiati dalla furia del vento. La tromba d'aria si è fatta sentire, eccome, anche nei paesi vicini.

Tragedia sfiorata

A Manerbio colpite (e scoperchiate) numerose abitazioni. Tragedia sfiorata in Via Brescia: la copertura in lamiera di un tetto si è staccata e ha centrato in pieno un'auto in sosta. Per fortuna non c'era nessuno a bordo, in quel momento. Al campo sportivo le piante cadute hanno danneggiato parte della struttura coperta. In centro storico distrutti i gazebi e i plateatici delle attività commerciali.

Alberi caduti

Tra i centinaia di problemi segnalati non si contano gli alberi caduti, le strade bloccate, le cantine allagate. A Borgo San Giacomo il vento ha fatto letteralmente volare anche un'automobile, finita in un fosso. Tanta paura anche a Rovato: negli attimi critici della tempesta nella zona di Via Terzi sono caduti ben 10 alberi, sradicati da terra e crollati in un terreno privato, di fianco a una casa abitata.

Danni e disagi anche a Montichiari, Verolanuova e Verolavecchia, Ghedi e Calvisano, in Franciacorta a Coccaglio, Cazzago San Martino, Erbusco, interventi e segnalazioni pure sul lago di Garda. Oltre ovviamente a Urago d'Oglio, dove due giovani fratelli hanno perso la vita, schiacciati da un albero spezzato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Un paese fantasma: chiude l'ultimo negozio, a rischio anche l'unico bar

  • Dramma in una cascina: trovato morto uomo di 56 anni

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Tragedia avvolta nel mistero: cadavere trovato in autostrada, lungo la corsia di sorpasso

  • Una sterzata disperata, poi lo schianto contro l'albero: così è morta Celeste

Torna su
BresciaToday è in caricamento