Muore un mese prima del parto, il colpo di scena: "Negligenza e imperizia dei medici"

A dirlo è una consulenza tecnica, redatta dai periti del tribunale nel corso del processo civile, che ribalta le precedenti perizie di parte presentate in sede penale. Debora Mor è morta alla Poliambulanza nell'ottobre del 2010, quando in grembo portava la piccola Emma

Debora Mor è morta a soli 33 anni alla Poliambulanza, insieme a Emma, la bimba che portava in grembo. Un decesso causato da un arresto cardiaco accusato a un mese dal  parto cesareo, programmato per i primi di novembre del 2010, e che forse si sarebbe potuto evitare.

A dirlo sono ormai dai sei anni i genitori della giovane donna: un grido mai sopito, nonostante la procura abbia archiviato per ben tre volte il fascicolo originariamente aperto contro ignoti, poi contro i due medici che hanno seguito Debora. L'ultima chiusura risale allo scorso luglio, per protestare e chiedere giustizia il padre della 33enne si era perfino incatenato fuori dal tribunale di Brescia.   

A pochi mesi di distanza la svolta: una consulenza tecnica, redatta dai consulenti incaricati del giudice che segue il processo civile, oltre a dare ragione a Tiziana Donzelli e Alessandro Mor potrebbe far riaprire il procedimento penale. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lastre di cemento sfondano la cabina del tir: strada chiusa e caos traffico

  • Scende dal bus e attraversa la strada: ragazzino travolto sotto gli occhi degli amici

  • Addio Elisabetta, una lunga lotta contro il cancro: "Sei stata un esempio per tutti"

  • Ucciso dalla malattia, addio al giovane Davide: "Lascia dei ricordi bellissimi"

  • Tragico incidente mentre torna a casa dal lavoro: muore padre di famiglia

  • Malore al volante, si schianta nel campo e muore: a bordo dell'auto anche moglie e amici

Torna su
BresciaToday è in caricamento