Aggredito con una mannaia: “Mi ha massacrato davanti a mio figlio di 10 anni”

Dal letto dell'ospedale Civile, dov'è ricoverato dallo scorso sabato sera, Stefano Tosini racconta la sua versione della sanguinosa lite: "Mi ha lasciato a terra in una pozza di sangue"

Stefano Tosini subito dopo l’aggressione — Copyright © Bresciatoday.it

"Mi sono permesso di suonare al suo campanello perchè ero esasperato: sono mesi che la notte non riusciamo a dormire - racconta - e l'inquilino aveva minacciato di rigare la nostra macchina, cosa che peraltro ha già fatto. Il proprietario dell'appartamento si è subito inalberato e ha tirato fuori vecchie questioni che avevamo già risolto: è nata una discussione, poi ci siamo mandati reciprocamente a quel paese e io me ne sono andato."

Il 35enne non credeva certo che di lì a poco avrebbe rischiato la vita: "Ero già salito in macchina e stavo facendo inversione quando me lo sono trovato di fronte: mi ha chiesto di  fermarmi per parlare e provare a risolvere la questione, ma non ho fatto in tempo a scendere dall'auto che lui mi ha afferrato la maglietta all'altezza del collo e con l'altra mano mi ha puntato la mannaia al viso."

A quel punto Stefano avrebbe cercato di difendersi: "Gli ho bloccato i polsi e poi siamo caduti a terra: c'è stata una breve colluttazione, poi lui se n'è andato lasciandomi a terra in una pozza di sangue. Il primo a soccorrermi è stato il titolare di una ditta di siderurgia che si trova lì vicino, il mio aggressore è tornato su suoi passi solo perchè glielo ha chiesto la moglie. Poi non ricordo più nulla, avendo perso 3 litri di sangue sono svenuto "

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una scena da brividi a cui ha assistito inerme il figlio della vittima, che ha solo 10 anni ed è disabile. "È ancora sotto shock e continua a rivivere qui momenti - spiega Stefano -, secondo lui il mio aggressore ripeteva di volermi ammazzare: non so quanto tempo ci metterà a riprendersi e se riuscirà mai a dimenticare".

LE PAROLE DELLA MOGLIE:

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane papà stroncato dal Coronavirus: Alessandro aveva solo 48 anni

  • Economia bresciana in lutto: nello stesso giorno muoiono due imprenditori

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune

  • Coronavirus, nel Bresciano 274 contagi e 69 decessi nelle ultime 24 ore

  • "Hai combattuto da eroe": addio a Marco, morto a soli 43 anni

  • Coronavirus, in Lombardia si muore in casa: motivi (e responsabilità) di un fallimento

Torna su
BresciaToday è in caricamento