Giallo della Maddalena: trovato un telefonino nella tasca della tuta

L'autopsia svolta al Civile ha stabilito soltanto che si tratta di due uomini con la pelle bianca. Per sapere qualcosa sulla possibile identità si aspettano i risultati del Dna. Il telefonino potrà dare una svolta alle indagini

I due cadaveri della Maddalena, trovati sabato pomeriggio da un gruppo di cercatori di castagne vicino al roccolo della Pozza, appartengono a due uomini bianchi. E' questo quanto si è potuto fino ad ora accertare grazie all'autopsia svolta al Civile dal medico legale su richiesta del sostituto procuratore Ambrogio Cassiani.

TROVATO FORO DI PROIETTILE, SI INDAGA PER OMICIDIO

Non si sa ancora nulla dell'identità; bisognerà attendere i risultati dell'esame del Dna. Lo stesso vale per l'età: i corpi, infatti, sarebbero rimasti lì dall'inizio dell'estate, subendo l'usura procurata dalle elevate temperature agostiane e dai morsi di animali selvatici. Le indagini quindi sono tuttora in altomare, ma l'indizio chiave che potrebbe segnare una svolta è il telefonino trovato infilato in una delle tasche della tuta «Adidas» indossata da uno dei morti.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vomita sangue in classe, muore dopo essere stato dimesso: 5 medici a processo

  • Serpente di un metro e mezzo in classe: panico tra i bimbi della scuola elementare

  • Fabio Volo nella bufera per i commenti su Ariana Grande: la sua replica

  • Parcheggia l'auto, poi cammina in mezzo all'autostrada: ucciso da un tir

  • Attraversa l'autostrada, ucciso da un tir: famiglia devastata, era padre di due bimbi

  • Aperitivi e cocaina: arrestato barista, chiuso il locale

Torna su
BresciaToday è in caricamento