Rapina con taglierino in pieno giorno: nuovo colpo alle Poste

Minacciando le dipendenti con un grosso taglierino si sono fatti consegnare l'intero incasso, poi hanno fatto perdere le loro tracce andandosene a piedi.

Dopo il colpo notturno, quello in pieno giorno: ancora una volta l’ufficio postale di Maclodio è finito nel mirino dei malviventi. Due quelli che ieri mattina, venerdì 5 maggio, sono entrati in azione armati di taglierino. 

Erano le 11:30 quando nell’ufficio postale di via Carlo Alberto dalla Chiesa un individuo dalla corporatura atletica, con un cappellino in testa e un paio di occhiali da sole, ha fatto irruzione accompagnato da un complice che è rimasto un po’ defilato. Minacciando con la lama di un taglierino la dipendente addetta alla cassa dietro al bancone, l’uomo si è fatto consegnare tutto il contante, circa mille euro. 

Ottenuto il denaro, i due rapinatori se ne sono andati allontanandosi a piedi. I carabinieri della compagnia di Chiari, intervenuti per le indagini, sperano di ricavare informazioni utili dall’analisi delle riprese delle videocamere installate in zone, che potrebbero aver immortalato l’auto utilizzata dai malviventi. 

Stando alle testimonianze dei dipendenti dell’ufficio postale, almeno uno dei due rapinatori, quello che ha parlato, dovrebbe essere italiano. Solo pochi mesi fa, a inizio dicembre 2016, lo stesso ufficio finì nel mirino di una vera e propria banda che tentò - invano - di prelevare la cassa continua.   

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale: un morto, un ferito grave e 8 chilometri di coda

  • Pontevico, apre nuovo supermercato ALDI: tutte le informazioni

  • Si schianta in moto, ragazzo finisce sotto un camion: è gravissimo

  • Malore al volante, si schianta nel campo e muore: a bordo dell'auto anche moglie e amici

  • Corpo riverso sul tavolino, ragazzo bresciano trovato morto in casa

  • Per la figlia avuta da Renga, Ambra sogna un futuro da Aurora Ramazzotti

Torna su
BresciaToday è in caricamento