Forse ubriaco, grida "Allah" in chiesa: paura tra i fedeli alla messa di Natale

L'incredibile vicenda durante la messa di Natale in chiesa a Maclodio: un 35enne marocchino ha cominciato a gridare il nome di Allah, spaventando i fedeli

Foto di repertorio

E' successo a Maclodio, durante la messa di mezzanotte della vigilia di Natale: un giovane marocchino di 35 anni, già noto alle forze dell'ordine, ha varcato la soglia della chiesa e ha gridato il nome di Allah a squarciagola, provocando il panico tra i presenti.

Lo scrive il Giornale di Brescia: il 35enne è stato prelevato dai carabinieri e subito portato in caserma. E' stato trascinato fuori dalla chiesa grazie all'intervento di alcuni ragazzi del paese, con la collaborazione del sindaco Marcello Orizio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tanta la paura tra i fedeli che in quel momento stavano ascoltando la messa del parroco: girava voce che l'uomo potesse essere armato, dato che nascondeva le mani dietro la schiena. Pare fosse in stato di evidente alterazione, forse da alcool o droga.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: "Una Regione ad alto rischio il 3 giugno non può riaprire"

  • Coronavirus, riapre il centro commerciale Elnòs: coda mostruosa per entrare

  • Coronavirus: riaprono i bar, ragazzo subito collassa per il troppo alcol

  • Coronavirus: in Lombardia 293 nuovi contagi, a Brescia altre 8 croci

  • Coronavirus: assalto per la movida, Del Bono costretto a chiudere Piazzale Arnaldo

  • Dramma in paese, ragazzo muore a 29 anni: "Il Signore dia conforto ai tuoi genitori"

Torna su
BresciaToday è in caricamento