Una vita piena di passioni: il ricordo dell'imprenditore scomparso

La Procura ha disposto l'autopsia, e una nuova perizia per verificare l'eventuale guasto al velivolo. Intanto a Lumezzane e Collebeato tanti ricordano Renato Pasotti, morto a 70 anni quando era in volo

L'azienda di famiglia, la Feinrohren, con sede centrale a Passirano

In principio specializzata nella produzione di tubi capillari per frigoriferi, negli ultimi 30 anni ha conquistato sempre nuove fette di mercato. Ad oggi l'azienda produce e commercializza tubi in rame, capillari e rivestiti per i settori della termo-idraulica, dell'automotive, dell'energia, perfino in medicina.

La bresciana Feinrohren è il primo produttore mondiale di tubi in rame, esporta in oltre 60 Paesi nel mondo e vanta un fatturato (nel 2014) di quasi 180 milioni di euro. Pasotti era un uomo conosciuto, un uomo ricco anche nei valori, a cui non mancavano le grandi passioni.

Il volo, prima di tutto, e poi la fotografia, la famiglia. Non è ancora stata fissata la data dei funerali: si attende l'esito dell'autopsia. Oltre alla moglie, Renato Pasotti lascia i figli Nicoletta e Mark.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • Secondo caso bresciano di Coronavirus: è una ginecologa di 36 anni

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • Coronavirus, Lombardia 'blindata": scuole chiuse, bar e locali off limits dalle 18

  • Coronavirus in Lombardia: 100 persone a rischio, 70 vanno in quarantena

Torna su
BresciaToday è in caricamento