Una vita per la politica: tutto il paese piange Pelamatti, il sindaco galantuomo

Si è spento nella notte tra lunedì e martedì l'ingegner Luigi Pelamatti, storico esponente della Destra bresciana e sindaco di Darfo dal 1994 al 2002. Giovedì pomeriggio i funerali

Luigi Pelamatti

Ingegnere e uomo politico, ha guidato per 8 anni il Comune dove era nato e aveva sempre vissuto: Darfo Boario Terme. Luigi Pelamatti si è spento nella notte tra lunedì e martedì, all'età di 90 anni, dopo aver lottato contro una malattia. In paese e in tutta la Valle lo conoscevano tutti, per la sua professione di ingegnere e, soprattutto, per l'impegno politico, tra le fila dell'Msi.

Primo sindaco di destra a guidare Darfo, è stato in carica per due mandati: dal 1994 al 2002. Finché ha potuto ha continuato a frequentare il consiglio comunale: nel 2007, a quasi 80 anni compiuti, si ricandidò nuovamente. Arrivò terzo e per i successivi 5 anni fece parte della minoranza. 

Storico esponente della destra bresciana 

La notizia della sua scomparsa si è diffusa velocemente su Facebook e in molti hanno tracciato un ricordo dell'ex primo cittadino. Primo tra tutti l'attuale sindaco Ezio Mondini: "Uomo delle Istituzioni, nel corso della sua attività professionale, politica ed amministrativa, ha sempre dimostrato attenzione verso la Comunità al cui servizio ha profuso preziose energie e generoso impegno - si legge nella nota pubblicata sul sito del comune di Darfo -  Con viva partecipazione gli rendiamo omaggio e porgiamo a lui l’ultimo deferente saluto, unito ad un affettuoso abbraccio alla famiglia cui esprimiamo sentimenti di grande vicinanza."

'Un brav'uomo"; "Un signore di altri tempi, l'onestà fu il suo caposaldo" scrivono i concittadini. Anche Viviana Beccalossi lo ha ricordato con un commuovente post su Facebook: "Con la morte dell’Ing. Luigi Pelamatti scompare l’ultimo vero galantuomo della Destra bresciana. Sempre coraggioso e fermo nel difendere i nostri ideali e valori con raro garbo umano e politico, ha combattuto con lucida onestà intellettuale".

L'ultimo saluto

Lascia la moglie Bianca e le figlie Gigliola e Paola. Centinaia di persone sono attese per la cerimonia funebre che sarà celebrata giovedì pomeriggio, alle 15, nella chiesa parrocchiale di Corna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due sorelle, lo stesso tragico destino: uccise dal cancro a distanza di 20 giorni

  • Donna trovata morta in campagna: tragedia avvolta nel mistero

  • In arrivo intensa ondata di maltempo, porterà pioggia e abbondanti nevicate

  • Orzinuovi piange la scomparsa del ristoratore Tonino Casalini

  • Sposato, padre di 3 figli: prende a schiaffi e pugni la moglie in strada

  • Terribile schianto all'incrocio: motociclista muore in ospedale

Torna su
BresciaToday è in caricamento