Lozio, identificato il cadavere: è don Giulio Corini, parroco di Mura

Identificato il corpo senza vita trovato sabato mattina a Lozio: la salma di Giulio Corini, parroco di Mura, in Valsabbia. Morto a 67 anni mentre andava per funghi

Identificato il cadavere del cercatore di funghi, trovato per caso nella prima mattina di sabato da parte di un gruppo di escursionisti, nei pressi dei boschi di Santa Caterina di Lozio, a due passi dalla

Vittima di un improvviso malore, e proprio mentre andava a funghi, il 67enne Giulio Corini, ex parroco di Lozio e ora prete nel piccolo borgo di Mura, in Valsabbia.

Molto conosciuto in zona, era noto ai più per la sua passione per le escursioni. Tanto da meritarsi il soprannome di “prete della montagna”. 

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

  • Ragazzo di 16 anni gravissimo dopo un tuffo: trauma spinale, rischia la paralisi

Torna su
BresciaToday è in caricamento