Trovato con una profonda ferita al volto: la vita del ragazzo è appesa a un filo

Restano gravissime le condizioni del 18enne trovato agonizzante e in arresto cardiaco dai dipendenti dello 'Storic Lidorama' di Lonato. Tanti gli interrogativi ancora senza risposta.

Foto d'archivio

La dinamica di quanto accaduto, domenica pomeriggio, allo 'Storic Lidorama' di Lonato del Garda è ancora avvolta nel mistero: di certo, al momento, ci sono solo le gravissime condizioni in cui versa il 18enne bresciano, di casa a Desenzano,  trovato agonizzate e in arresto cardiaco sul pavimento del rimessaggio. 

L'ipotesi dell'incidente 

Resta ancora da chiarire come il giovanissimo, che non è dipendente della struttura, sia entrato e perché si trovasse all'intero della rimessa delle barche che era chiusa al pubblico. I Carabinieri di Desenzano, che indagano sulla vicenda, escludono infatti l'eventuale responsabilità di altre persone e propendono per la pista dell'incidente: il 18enne era solo e nessuno lo avrebbe colpito.

I dipendenti del rimessaggio hanno trovato il giovane in fin di vita, con il volto coperto di sangue, facendo scattare l'allarme: sono poi stati ascoltati a lungo dai militari. Proprio dai loro racconti sarebbe emerso che il giovane, pur non lavorando lì, era solito frequentare lo 'Storic Lidorama'. Sembra quindi plausibile l'ipotesi che, domenica pomeriggio, si sia introdotto nella struttura per prendere in prestito una moto d'acqua, farsi un giro sul lago e poi riportarla dopo qualche ora. Proprio mentre armeggiava con l'acquascooter qualcosa sarebbe andato storto: avrebbe battuto violentemente la testa contro il mezzo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lotta per la vita in ospedale 

Il 18enne avrebbe immediatamente perso conoscenza: quando i sanitari del 118 sono arrivati sul posto era già in arresto cardiaco. Una volta rianimato, è stato trasferito in elicottero al Civile di Brescia. La sua vita è appesa ad un filo: lotta in un letto del reparto di rianimazione e la prognosi è - ovviamente - riservata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo focolaio bresciano: positivi 15 ragazzi, sono tutti in isolamento

  • Travolta in allenamento, è morta Roberta Agosti: era la compagna di Marco Velo

  • Esce a buttare lo sporco e non torna: scomparsa giovane mamma bresciana

  • Uccide una bimba travolgendola sulle strisce: padre di famiglia in manette

  • Tragico schianto sulla 45bis: auto schiacciata da un camion, morto il conducente

  • Animatore del grest positivo al coronavirus, bambini e ragazzi in isolamento

Torna su
BresciaToday è in caricamento