Polizia locale lonatese. Obiettivo: “prevenire i disagi”

La nuova stagione di attività invernali si è da poco avviata ed è tempo di consuntivi per la Polizia locale di Lonato del Garda che, da gennaio 2011, è guidata dal commissario aggiunto Patrizio Tosoni, comandante delle stazioni di Lonato e Bedizzole

Il comando lonatese sta portando avanti una serie di servizi e di interventi mirati al controllo del comprensorio e alla prevenzione di disagi, incidenti e danni alle persone e al patrimonio cittadino. Per il complesso sistema territoriale, l’attività viene tutt’oggi svolta a livello intercomunale, congiuntamente al Comando di Bedizzole.
In particolare, sul territorio lonatese si intensificano i servizi di pattugliamento nelle ore serali e notturne, aumentano le attività di educazione alla legalità e di dialogo con i giovani e, in concomitanza di manifestazioni cittadine, sagre e feste di quartiere, anche il gruppo della Protezione civile è sempre più coinvolto. Prosegue altresì l’importante contributo in forze degli Alpini, dell’Associazione nazionale dei Carabinieri e dei Nonni-vigile.

Attualmente la Polizia locale di Lonato d/G e di Bedizzole conta in tutto 17 unità (11 agenti – tra cui il vice comandante, un ufficiale e due sottufficiali, a Lonato, e sei a Bedizzole, tra cui il vice comandante e un sottufficiale), più il comandante Tosoni.

SUL TERRITORIO. Dall’inizio dell’anno, si è passati da una pattuglia in uscita serale o notturna, a quattro o cinque uscite settimanali da parte degli agenti della locale. «La mia intenzione è di puntare su una sempre maggiore attività di controllo del territorio comunale, attraverso l’impiego di più pattuglie nella fascia diurna, ma soprattutto nelle ore serali e notturne». Conferma così la prima promessa d’inizio anno, che già si sta realizzando, il nuovo comandante della Polizia locale di Lonato e Bedizzole Patrizio Tosoni, coadiuvato dall’impegno dei “suoi” agenti.

Oltre all’installazione, ormai terminata, dei 12 speed-check per il controllo della velocità su strada, a Lonato, la maggiore sicurezza per la popolazione passa anche attraverso un più intenso
controllo del comprensorio lonatese, che si estende per circa 70 kmq. «Abbiamo aumentato e modificato in modo sostanziale – aggiunge il commissario aggiunto Tosoni – i controlli su strada da parte della Polizia locale in diversi punti del comune, cercando di lavorare su determinate zone ‘critiche’, grazie anche alle segnalazioni dei cittadini e dei rappresentanti di quartiere».

CON I GIOVANI. «Sono stati garantiti gli ormai consueti corsi di educazione stradale, con la presenza dei nostri agenti in aula, per i ragazzi dalle elementari alle superiori». Per quanto riguarda invece l’educazione alla legalità, continua il comandante, «non abbiamo ancora avviato corsi specifici, ma il progetto è in fase di sviluppo. Abbiamo però realizzato la prima e importantissima attività di avvicinamento dei ragazzi in strada, per conoscere le compagnie di giovani che si ritrovano nei parchi cittadini. Questo per superare, dialogando con loro, quel muro che separa i  ragazzi dalle istituzioni. Il nostro obiettivo è creare le basi per avvicinare i giovani alla Polizia locale, affinché la vedano come un organismo con cui rapportarsi e di cui fidarsi. Il che ci consentirà, a lungo termine, di garantire ulteriore sicurezza alla popolazione, prevenire disagi e situazioni-limite».

L’ATTIVITÀ OPERATIVA. Di recente le amministrazioni comunali di Lonato e di Bedizzole hanno sostenuto alcuni investimenti per aggiornare e potenziare l’impianto di videosorveglianza al fine di migliorarne l’efficienza. L’impianto verrà in futuro ampliato con il controllo di ulteriori obiettivi sensibili.
«Una serie di servizi coordinati di controllo del territorio, di luoghi, persone e veicoli, sono stati effettuati in collaborazione tra i due comandi, per la prevenzione stragi del sabato sera e per il contrasto a fenomeni di micro-criminalità», riferisce ancora il comandante Tosoni. «La complessità del sistema intercomunale rende necessario considerare i dati di questa attività e di altri servizi, a livello aggregato, quindi per Lonato-Bedizzole (si veda la tabella a inizio comunicato). Tutto è in fase di implementazione e modernizzazione. Tale cambiamento interesserà sia i mezzi che le modalità di intervento della Polizia locale».

Se continuerà il rapporto di collaborazione intercomunale tra Bedizzole e Lonato del Garda, «l’idea è di creare un paio di nuclei specializzati, con risorse umane dedicate, per l’osservazione e la segnalazione di determinate necessità territoriali, negli ambiti della polizia ambientale ed edilizia e della polizia giudiziaria».
Il mio ringraziamento per i risultati raggiunti, conclude Tosoni, «va a tutto il personale, ai vice comandanti, agli ufficiali, ai sottufficiali e agli agenti. E naturalmente ai sindaci di Lonato del Garda e di Bedizzole, nonché alle rispettive amministrazioni comunali».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "L'ha massacrata a mani nude, poi è andato al bar": il killer è appena diventato papà

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Nipote 43enne muore dieci giorni dopo la zia: lavoravano nello stesso negozio

  • La tragica fine di Francesca: picchiata e strangolata al parco pubblico

  • Strangolata al parco: fermato ragazzo di 29 anni, è accusato di omicidio

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

Torna su
BresciaToday è in caricamento