Lutto nel calcio bresciano: morto dirigente sportivo, ucciso da una malattia

Si è spento nelle scorse ore Livio Scaramella, storico e conosciutisssimo direttore sportivo bresciano. Aveva 66 anni

Livio Scaramella

Una vita sui campi da calcio: prima come giocatore, poi come allenatore, infine come direttore sportivo. Il mondo del calcio dilettantistico bresciano piange Livio Scaramella. Lo storico dirigente, originario di Villa Carcina, si è spento nella notte tra mercoledì e giovedì, stroncato da una malattia. Aveva soltanto 66 anni.

Una carriera lunghissima e di successo, cominciata proprio nelle giovanili di Villa Carcina dove ha giocato come esterno, poi qualche anno in panchina, e infine la lunghissima avventura come direttore sportivo. Ha collaborato con tantissime società bresciane: Cellatica, Iseo, Valtrompia, Offlaga, Concesio.  

L'apice della sua carriera a Castegnato, con il passaggio dalla Seconda Categoria all’Eccellenza, perdendo -ai supplementari contro il Palazzolo- l’accesso alla Serie D. Negli ultimi anni faceva parte della dirigenza della Nuova Valsabbia, che lo ha ricordato con commovente un messaggio pubblicato sui social.

"Questa notte purtroppo ci ha lasciato il nostro grande Direttore Sportivo Livio Scaramella. Una perdita terribile che ha scosso tutto l'ambiente gialloverde. L'ASD Nuova Valsabbia vuole porgere le sue più sentite condoglianze alla famiglia Scaramella, facendole sentire il proprio apporto e sostegno in questo momento così difficile. Ciao Livio, sentiremo tanto la tua mancanza".

Una vita per il calcio: un amore e una passione che lo hanno aiutato anche a superare i momenti più difficili della sua vita, come la perdita del figlio, morto a soli 15 anni in un terribile incidente stradale. La tragica notizia della scomparsa di Livio Scaramella si è diffusa velocemente su Facebook, dove in molti lo stanno ricordando come una grande persona e un grande uomo di calcio.

"Avevi sempre un dolce sorriso per me e una calda carezza per i miei figli. Ti porterò sempre nel mio cuore" scrive Elisa. "Forte, grintoso e con tanto amore nell'anima." così il dirigente viene descritto da chi ha avuto la fortuna di conoscerlo.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Pannelli fotovoltaici a Brescia: come funzionano e quali sono i vantaggi

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

  • Ragazzo di 16 anni gravissimo dopo un tuffo: trauma spinale, rischia la paralisi

  • Esce dalla villa per andare in edicola, imprenditore travolto e ucciso da una moto

  • Bambina bresciana sparisce in spiaggia, incubo per mamma e papà

Torna su
BresciaToday è in caricamento