Morso da una vipera, il cellulare non funziona: panico durante la gita con la moglie

L'uomo, un 53enne tedesco, ha dovuto camminare per circa mezzora per raggiungere una zona dove il telefono avesse campo e chiamare i soccorsi

Foto di repertorio

Una vacanza da incubo che ha rischiato di trasformarsi in una vera e propria tragedia per due turisti tedeschi in villeggiatura sul Lago di Garda. La coppia, sabato pomeriggio, aveva lasciato l'albergo di Limone dove alloggia per una rigenerante passeggiata nell'entroterra gardesano. Una gita finita nel peggiore dei modi: durante una sosta in un prato l'uomo è stato morso da una vipera.

Impossibile allertare i soccorsi

Tutto è accaduto attorno alle 14, mentre i due turisti stavano cercando di raggiungere il sentiero Busatte di Torbole. Proprio durante una pausa in località Tempesta, il serpente è sbucato da un cumulo di rocce, mordendo il dito della mano del 53enne. Impossibile, però, allertare i soccorsi: il cellulare di entrambi non aveva campo.

Una corsa contro il tempo 

Alla coppia non è rimasto altro da fare che camminare per cercare di raggiungere una località dove il telefono ritornasse a funzionare. Una corsa contro il tempo durata circa trenta, interminabili, minuti. Poi la chiamata al 112, che ha inviato sul posto un'ambulanza e l'elisoccorso.

I sanitari hanno immediatamente iniettato il liquido per neutralizzare il veleno della vipera, evitando così gravi conseguenza. Dopo le prime cure,  il ricovero all'ospedale di Trento, dove l'uomo è  stato trattenuto in osservazione per alcune ore. Tutto è bene quel che finisce bene: il 53enne è stato dichiarato fuori pericolo e quindi dimesso. Resta ‘solo’ il brutto ricordo di un'escursione davvero da dimenticare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Giovane padre ucciso dalla malattia: "Te ne sei andato troppo presto, proteggici da lassù"

  • Si sente male all'Università, poi la situazione precipita: ragazza muore di meningite

Torna su
BresciaToday è in caricamento