Paese invaso dai piccioni, la soluzione? Una 'pillola' anticoncezionale

Il curioso tentativo di arginare l'invasione dei piccioni a Iseo: i volatili saranno nutriti (da residenti volontari) con un apposito mangime antifecondativo, che non li farebbe più riprodurre

Foto di repertorio

Una soluzione “medica” per frenare l'inarrestabile invasione dei piccioni nel centro di Iseo: dopo varie consultazioni, sulla spinta delle proteste degli ultimi mesi e anche a seguito della nascita di un comitato spontaneo di cittadini e commercianti, l'amministrazione comunale ha deciso per un intervento drastico.

Lo scrive il Giornale di Brescia: si cercano volontari (e volenterosi) per nutrire i piccioni con un apposito “mangime antifecondativo”, in parole povere una sorta di anticoncezionale che impedirebbe così ai piccioni di continuare a riprodursi.

Il problema dei piccioni nella piazza del paese si trascina da tempo. Nell'ultimo anno i volatili, a centinaia e centinaia, avrebbero preso il possesso di guglie, tetti, stradine e vicoli, provocando non poco fastidio ai residenti, appunto ai commercianti e pure ai turisti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Giovane padre ucciso dalla malattia: "Te ne sei andato troppo presto, proteggici da lassù"

Torna su
BresciaToday è in caricamento