Tragico infortunio in un cantiere dell'A4: morto carpentiere bresciano

Massimo Andreoli, carpentiere 53enne di Borno, è morto a poche ore dal drammatico incidente che si è verificato nel pomeriggio di giovedì al casello di Novara Est

Massimo Andreoli, carpentiere bresciano di 53 anni, ha perso la vita in seguito al drammatico infortunio che si è verificato poco dopo le 17 di giovedì in un cantiere dell'autostrada A4, all'altezza del casello di Novara Est. 

Il carpentiere, residente a Borno, è stato travolto da alcuni tondini in acciaio usati per le armature di calcestruzzo, caduti - per cause ancora da chiarire -  dalla benna di un elevatore. Colpito alla testa delle barre d'acciaio, le sue condizioni sono apparse critiche fin dai primi istanti. 

L’equipe del 118 è arrivata sul posto con l’elicottero, insieme ai vigili del fuoco e alla Polizia. Il 53enne è stato estratto vivo, intubato e  trasferito all'ospedale Maggiore. Poco dopo il ricovero però le sue condizioni si sono aggravate e i medici non hanno potuto far nulla per salvargli la vita. I funzionari del Servizio prevenzione e sicurezza dell’Asl hanno sequestrato il cantiere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Tragedia avvolta nel mistero: cadavere trovato in autostrada, lungo la corsia di sorpasso

Torna su
BresciaToday è in caricamento