Viareggio: morto per lo scoppio di una ruota, l’auto era in prova

Giuseppe Pretto, il 54enne bresciano morto sulla A12, era la volante di un Land Rover di seconda mano con una targa "prova"

Giuseppe Pretto

Non solo lo scoppio del pneumatico, ma anche l’auto in prova. Giuseppe Pretto, il 54enne bresciano morto sulla A12 a Viareggio, era la volante di una Land Rover di seconda mano, non immatricolata al momento del tragico incidente. Pretto era infatti sceso in Toscana per ritirare il veicolo, su cui stava viaggiando con una targa “prova”.

L’uomo, camuno di Gianico e venditore di fuoristrada, ha perso la vita mentre percorreva l’autostrada in direzione nord. Lo scoppio di una ruota anteriore ha fatto impazzire il veicolo, che ha rimbalzato contro i guardrail ribaltandosi più volte. Il corpo è stato sbalzato fuori dal finestrino, e per il 54enne non c’è stato nulla da fare. Probabilmente viaggiava senza cinture di sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Terribile schianto sulla Statale: Paolo non ce l'ha fatta, è morto in ospedale

  • Si sente male all'Università, poi la situazione precipita: ragazza muore di meningite

Torna su
BresciaToday è in caricamento