Fuori di sé per l'alcol, si lancia dall'auto in corsa dei genitori: grave ragazzo

L'episodio nella notte tra venerdì e sabato: il giovane è stato trasportato in eliambulanza al Civile di Brescia

Foto d'archivio

Completamente ubriaco, si è lanciato dall'auto in corsa dei genitori, riportando gravi traumi. L'episodio, che ha per protagonista un ragazzo di 26 anni, si è verificato nella notte tra venerdì e sabato a Nozza di Vestone. La chiamata al 112 è scattata poco dopo le 3.30: sul posto sono giunte un'ambulanza a sirene spiegate e l'elisoccorso partito dal Civile di Brescia. 

Inizialmente le condizioni del giovane sono apparse gravissime: dopo le prime cure prestate in loco, il 'volo' d'urgenza nel nosocomio cittadino. L'allarme è rientrato poco dopo il suo ricovero, il secondo in sola una nottata: il giovane avrebbe riportato seri traumi, ma non sarebbe in pericolo di vita.

Una tragedia per fortuna soltanto sfiorata. Stando a quanto ricostruito dalla polizia Stradale di Salò, intervenuta per i rilievi, si sarebbe trattato di un gesto dovuto agli effetti del troppo alcol assunto nel corso della nottata: il 26enne si sarebbe tolto la cintura e avrebbe aperto la portiera per scendere dall'auto, pensando che non fosse più in movimento. 

Poche ore prima il ragazzo era stato protagonista di una rissa ed era già finito in ospedale: per questa ragione i genitori si erano alzati in piena notte per andare a recuperarlo al pronto soccorso. Nel tragitto verso casa, lungo via Tita Secchi, la rovinosa caduta dall'auto corsa. Una notte decisamente troppo brava che avrebbe potuto avere drammatiche conseguenze. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • Tragico infortunio sul lavoro: morto giovane operaio

  • Da pochi mesi in Indonesia, morto a 42 anni Davide Savelli

  • E' morto Menec: la sua storica trattoria meta di celebrità e calciatori

  • Dona 6,6 milioni di euro: il gesto d'amore per il nuovo polo oncologico

  • Coronavirus in Lombardia: 100 persone a rischio, 70 vanno in quarantena

Torna su
BresciaToday è in caricamento