A un anno dalla tragedia: inferno di fuoco e lamiere, 6 vittime di cui 3 bambini

E' passato un anno esatto dalla tragedia della A21: il 2 gennaio del 2018 sull'autostrada morirono in sei persone, tra cui tre bambini

E' passato un anno esatto dalla tragedia della A21, tra Montirone e Poncarale: era il 2 gennaio del 2018. Un inferno di fuoco e di lamiere: quella mattina persero la vita sei persone. Di certo uno degli incidenti più crudeli e terribili mai accaduti nel Bresciano: tre i mezzi coinvolti tra cui due camion, un autotrasportatore morto sul colpo, un'intera famiglia sterminata.

Le fiamme bruciavano oltre i 1500 gradi, tanto da danneggiare irrimediabilmente anche il ponte sulla Sp24, quello che collegava appunto Montirone e Poncarale. I lavori per la ricostruzione sono cominciati quasi un anno dopo, a metà dicembre: il progetto del Gruppo Gavio (la società che ha in concessione il tratto autostradale) prevede la realizzazione di un nuovo cavalcavia di oltre 52 metri e mezzo, con campate in acciaio ad alta resistenza e sede stradale in cemento larga quasi 13 metri.

Un sospiro di sollievo per i due paesi, da quel giorno isolati e separati. Ma anche il monito indimenticabile di quel giorno tremendo. In autostrada c'erano già stati degli incidenti, dei tamponamenti per fortuna senza gravi conseguenze.

Traffico a rilento, code e rallentamenti: Vigili del Fuoco e ambulanze già al lavoro sulla tratta, poche centinaia di metri più in là. L'inferno arriva all'improvviso, rapidissimo. Un camion che trasporta ghiaia, guidato da un autista di origini moldave, non si accorge della Kia Sportage che ha davanti a sé, e la centra in pieno.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale: un morto, un ferito grave e 8 chilometri di coda

  • Pontevico, apre nuovo supermercato ALDI: tutte le informazioni

  • Musicista bresciano accoltellato fuori da un locale

  • Si schianta in moto, ragazzo finisce sotto un camion: è gravissimo

  • Corpo riverso sul tavolino, ragazzo bresciano trovato morto in casa

  • La fame di supermercati non si placa: nuovo punto vendita in arrivo

Torna su
BresciaToday è in caricamento