Pasticcere travolto e investito mentre va al lavoro: è caccia al pirata

I carabinieri al lavoro per risalire al pirata della strada che venerdì mattina ha investito Alessandro Filippini, titolare della pasticceria Dolce Angolo di Rezzato

Foto d'archivio

Caccia grossa al pirata della strada che venerdì mattina a Rezzato ha investito Alessandro Filippini, il titolare della pasticceria Dolce Angolo di Via Dante Alighieri: Filippini era appena uscito dall'edicola, inforcando la sua bicicletta in direzione di Via Matteotti per andare al suo locale, quando è stato travolto alle spalle da un'utilitaria scura, probabilmente una Fiat.

Il conducente non si è fermato, ma ha tirato dritto: è stata una passante a soccorrere per prima il pasticcere investito, che è stato poi trasferito in condizioni serie in ospedale, con varie fratture agli arti superiori e agli arti inferiori. La donna è riuscita, almeno in parte, anche a leggere il numero di targa.

Telecamere forse decisive?

Su questa e su altre testimonianze stanno lavorando i carabinieri, chiamati a far luce sulla vicenda. Al vaglio degli investigatori anche le telecamere di videosorveglianza dei negozi della via, oltre a quelle dei varchi stradali attrezzate per la lettura e il riconoscimento della targa.

Avendo già un “pezzo” di targa, non si esclude che da qui a breve si possa risalire all'investitore in fuga. Saranno tenuti d'occhio anche meccanici e carrozzieri: la vettura dopo l'impatto è rimasta danneggiata al paraurti e al parabrezza. Filippini infatti è stato sbalzato sul cofano prima di cadere rovinosamente a terra. E sarebbe potuta andare anche peggio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Giovane padre ucciso dalla malattia: "Te ne sei andato troppo presto, proteggici da lassù"

  • Si sente male all'Università, poi la situazione precipita: ragazza muore di meningite

Torna su
BresciaToday è in caricamento